F1, Massa: “Il mondiale? Posso vincerlo io”

Il pilota del Cavallino cerca riscatto e pensa di poter fare meglio di Alonso nel 2012.

Il pilota del Cavallino cerca riscatto e pensa di poter fare meglio di Alonso nel 2012.

Al contrario del suo compagno di squadra, Massa sembra rivitalizzato dall’atmosfera a Madonna di Campiglio e non si nasconde dietro il microfono, rilasciando dichiarazioni colme di ottimismo e rabbia agonistica.

Per il brasiliano la cosa fondamentale è avere una macchina competitiva sin da subito, poi il resto verrà da solo. “Per noi sarà importante avere una buona macchina, competitiva dall’inizio alla fine del campionato. Io penso al campionato, per me sarà molto importante la prima parte della stagione e i discorsi sul mio futuro non sono una novità. Io voglio tornare a vincere, per me la cosa più importante al momento è questa”.

Ma Massa non si accontenta di qualche gara, alla domanda relativa ai piloti favoriti per il titolo risponde con una schiettezza che non ti aspetti: “chi è il mio favorito per il Mondiale? Nessuno, posso vincere io“. Niente remore anche quando le domande riguardano Alonso, che in queste due stagioni lo ha sempre surclassato. “Posso lottare con lui e posso anche essere più veloce e fare meglio“.

Parole che mettono in risalto una voglia di rivalsa cresciuta in maniera direttamente proporzionale alle aspettative che la Ferrari sta esercitando su di lui, una volontà di smentire gli scettici che fanno sempre nuovi nomi da affiancare al pilota asturiano e, forse, la lucida disperazioni di chi sa di giocarsi il proprio futuro in F1 nella stagione che sta per cominciare.

 

Ferrari F150th 2011 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ferrari Portofino M

Altri contenuti
Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare
Formula 1

Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare

Una vittoria che lascia molti tifosi con l’amaro in bocca; un pauroso incidente che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche; un doppio ritiro: tre episodi che, per alcuni aspetti, sono da archiviare fra le giornate-no per le “Rosse”.