Richiamo per la Chevrolet Sonic: forse mancano i freni!

Problemi per la Chevrolet Sonic in Nord America, dove 4.296 esemplari saranno richiamati per la possibile mancanza di una pastiglia freno.

Problemi per la Chevrolet Sonic in Nord America, dove 4.296 esemplari saranno richiamati per la possibile mancanza di una pastiglia freno.

Dagli USA arrivano le prime conferme, direttamente da General Motors, di un richiamo che sta interessando diversi esemplari della nuova Chevrolet Sonic, cioè quella che in Europa è meglio conosciuta come Chevrolet Aveo.

Il richiamo è stato deciso dal costruttore per via di un inconsueto quanto pericoloso difetto: sembra infatti che aulle vetture in questione possano mancare una o più pastiglie dei freni, un problema dovuto all’assenza di un supporto in grado di bloccare i pezzi necessari per montare l’impianto frenante sistemati nel container arrivato dalla Corea del Sud, con la conseguenza che le pastiglie potrebbero essere finite in fondo al carico durante il trasporto nella fabbrica di Orion Township, nel Michigan, dove nasce la Sonic, e che, pertanto, la loro assenza possa essere sfuggita agli operai addetti al montaggio, almeno secondo quanto spiegato da Chevrolet.

A mancare potrebbe essere una pastiglia anteriore interna o esterna, cosa che potrebbe causare la conseguente usura e deformazione del disco, rumori e soprattutto una frenata non efficiente. General Motors ha comunque precisato che non si sono al momento registrati incidenti, ma che comunque, a partire dal 14 gennaio, si inizieranno ad ispezionare tutti i 4.296 esemplari potenzialmente interessati.

La casa americana ha inoltre assicurato che il problema è limitato alle vetture vendute negli USA e in Canada e che nessun esemplare della Aveo rientra tra quelli protagonisti del richiamo.

Chevrolet Aveo 2011 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.