Saab ottiene 70 milioni da licenza tecnologica

Saab firma un accordo che consente la concessione in licenza a terzi della tecnologia relativa alla concept car Phoenix.

Saab firma un accordo che consente la concessione in licenza a terzi della tecnologia relativa alla concept car Phoenix.

Dopo la sentenza di rigetto della corte svedese che le mette il fiato sul collo, arriva una boccata di ossigeno per la Saab: un contratto da 70 milioni di Euro con una società olandese per la tecnologia relativa alla concept car PhoeniX, vettura presentata in occasione dello scorso salone dell’auto di Ginevra. Tale tecnologia verrà concessa in licenza non esclusiva, ossia viene ceduta la possibilità di usarla ma viene mantenuta la proprietà. 

Nella stessa transazione, la tecnologia in questione è stata immediatamente “girata” alla Casa automobilistica cinese Zhejiang Youngman Lotus Automobile, la vera destinataria, che ha fornito una garanzia per il pagamento dei 70 milioni di euro. “L’impegno di Youngman e l’accordo di licenza tra Saab Automobile e la società olandese cosiddetta ‘veicolo’ sono parte di un’operazione di finanziamento ponte”, ha precisato la società.

Nel frattempo, Victor Muller – presidente e amministratore delegato di Saab – ha diramato una nota affermando che gli stipendi dei dipendenti dello stabilimento di Trollhattan saranno pagati con un piccolo ritardo, ma che comunque saranno versati, mettendo a tacere delle illazioni che sostenevano che le maestranze sarebbero rimaste a bocca asciutta a causa delle difficoltà finanziarie dell’azienda, come era effettivamente accaduto a giugno.

Nuova Saab 9-4X Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.