F1: Wolff parla del momento Mercedes

Il team principal della Stella a Tre Punte svela il segreto dello straordinario avvio di stagione della sua squadra che ha ottenuto 3 doppiette.

F1: Wolff parla del momento Mercedes

di Valerio Verdone

24 Aprile 2019

Non poteva esserci avvio migliore per la stagione di F1 della Mercedes, con Hamilton e Bottas che l’hanno fatta da padrone in queste gare inziali ottenendo ben tre doppiette. Un risultato che equivale ad un colpo da KO nelle prime fasi di un incontro di box.

Ma la Mercedes non è sempre è stata la vettura più veloce in pista, in alcuni frangenti è sembrata in difficoltà, salvo poi arrivare sempre davanti sotto la bandiera a scacchi. Ma cosa c’è dietro a questo momento favorevole per il team che ha monopolizzato le ultime stagioni della F1 moderna? Lo ha spiegato direttamente Toto Wolff che è sempre lucido nelle sue analisi.

“Tre doppiette nelle prime gare rappresentano un inizio fantastico di stagione. Siamo stati in grado di massimizzare le nostre opportunità, sebbene non avessimo sempre la macchina più veloce. Il team ha svolto un ottimo lavoro e ogni reparto ha avuto un ruolo importante: il doppio pit-stop di Shanghai è solo un esempio visibile del nostro lavoro a tutti i livelli del team, ma sappiamo che dobbiamo continuare a spingere. Ora andiamo in Azerbaijan, qui abbiamo visto gare divertenti negli ultimi anni e sono sicuro che non sarà diverso questa volta. La pista presenta delle sfide uniche e sarà interessante vedere quale squadra riuscirà a trovare il giusto compromesso tra lunghi rettilinei e curve lente. Baku non è una pista di prestazione pura ed è importante stare fuori dai guai per ottenere un buon risultato. Lo scorso anno Valtteri ha fatto una bella gara, ma una foratura poco prima della fine gli ha negato una vittoria meritata: in questa stagione è partito bene e sono sicuro che sia affamato per i punti persi nel 2018. A differenza dello scorso anno, Lewis arriva a Baku da leader del mondiale e senza dubbio cercherà di ripetere la vittoria ottenuta 12 mesi fa”.

Dunque, una squadra affinata in ogni reparto, che sfrutta al massimo ogni possibilità, con due piloti determinati a vincere: uno per entrare nella storia, l’altro nella leggenda.

Tutto su: MERCEDES