F1 Test Barcellona, Day 3: Kvyat fa il miglior tempo, Raikkonen brilla

Il terzo giorno dei test di Formula 1 a Barcellona si è concluso con il miglior tempo di Kvyat su Toro Rosso, seguito da Raikkonen su Alfa Romeo e da Daniel Ricciardo su Renault.

F1 Test Barcellona, Day 3: Kvyat fa il miglior tempo, Raikkonen brilla

di Tommaso Giacomelli

21 Febbraio 2019

Il terzo giorno dei test di Formula 1 sul circuito del Montmelò a Barcellona, si è concluso con qualche novità e con qualche sorpresa rispetto ai giorni scorsi. Se il primo e il secondo giorno di prove sono stati dominati dalla Ferrari di Vettel prima e Leclerc poi, stavolta il miglior tempo è stato fatto segnare da qualcuno di inaspettato, che risponde al nome di Daniil Kvyat su Toro Rosso. Il russo della scuderia di Faenza motorizzata Honda ha stampato nel tardo pomeriggio un tempo di 1’17″704, che è servito per scalzare dal primo posto un altro protagonista assoluto di giornata, Kimi Raikkonen su Alfa Romeo Racing. Il finlandese ha fatto registrare un cronometro di 1’17″762 in mattinata ed è stato il riferimento per quasi tutta la giornata. Raikkonen ha dimostrato grande costanza nei 138 giri percorsi sul tracciato di Barcellona, a dimostrazione che la monoposto progettata da Simone Resta e motorizzata Ferrari, potrebbe essere una mina vagante nella prossima stagione. Vi è stata gloria anche per Daniel Ricciardo e la sua nuova Renault, che hanno ottenuto il terzo miglior tempo di giornata con un cronometro di 1’18″164.

Ferrari costante, Mercedes si nasconde

La certezza del Day3 di Barcellona è stata la grande costanza e forza della Ferrari, infatti Vettel ha percorso 134 giri mantenendo sempre un gran passo senza alcun problema apparente, portando il chilometraggio complessivo per il Cavallino a oltre 2000 chilometri. La Rossa di Maranello sembra possedere una grande affidabilità, ma colpisce soprattutto per la facilità con la quale, indipendentemente dal pilota al volante, riesca a strappare dei buoni tempi. Un’altra certezza di questi test è il gioco a nascondersi delle Mercedes, che non hanno dato la caccia al miglior tempo di giornata, ma hanno compiuto con Bottas e Hamilton delle simulazioni di gara che hanno mostrato delle prestazioni simili a quelle della SF90 di Maranello. RedBull, motorizzata Honda a partire da questa stagione, sembra avere un buon passo anche se gioca ancora a carte coperte. Qualche problemino di affidabilità invece per la Haas.

Williams in difficoltà

Dopo averlo aspettato invano per due giorni, il Team RoKit Williams ha finalmente fatto il suo esordio in questi test invernali sul circuito del Montmelò. Lo storico Team britannico in caccia di riscatto dopo la terribile stagione 2018, non è partito col piede giusto nemmeno in questa pre-season, anche se finalmente ha dato dei segni di vita e si è visto in pista il nuovo pilota George Russell che ha concluso con l’ultimo tempo di giornata. La crisi in casa Williams sembra senza fine, il ruolo di Paddy Lowe appare in bilico, anche se Claire Williams, figlia del patron Sir Frank Williams, si è assunta tutta la responsabilità per il ritardo nel progetto e nell’esordio di Barcellona.

I tempi:

  • 1. Kvyat (Toro Rosso, 137 giri) 1’17″704;
  • 2. Raikkonen (Alfa Romeo, 138) 1’17″762;
  • 3. Ricciardo (Renault, 80) 1’18″164;
  • 4. Vettel (Ferrari, 134) 1’18″350;
  • 5. Verstappen (Red Bull, 104) 1’18″787;
  • 6. Hulkenberg (Renault, 63) 1’18″800;
  • 7. Grosjean (Haas, 69) 1’19″189;
  • 8. Fittipaldi (Haas, 48) 1’19″249;
  • 9. Sainz (McLaren, 90) 1’19″354;
  • 10. Perez (Racing Point,67) 1’20″102;
  • 11. Bottas (Mercedes, 88) 1’20″693;
  • 12. Hamilton (Mercedes, 94) 1’20″818;
  • 13. Russell (Williams, 23) 1’25″625.