Peugeot Sport Italia: pronti per una nuova stagione di Rally

Peugeot Sport Italia presenta la squadra che affronterà il Campionato Italiano Due Ruote Motrici. Inoltre, il Trofeo Peugeot Competition compie 40 anni.

Peugeot Sport Italia: pronti per una nuova stagione di Rally

di Tommaso Giacomelli

01 Febbraio 2019

Il 2019 si presenta come un anno importante per Peugeot Italia, un anno di cambiamenti e di traguardi. Si festeggiano in questi dodici mesi i 40 anni del trofeo Peugeot Competition (fino al 2003 Peugeot Rally), un trofeo monomarca che è stata una base di partenza e una grande palestra per piloti e team. Era il 1979 quando la Casa del Leone annunciava il suo ingresso nel mondo dei Rally in Italia e da allora non ha più chiuso quella porta, fornendo auto prestazionali, robuste e vincenti, che hanno scritto pagine importanti di questa disciplina a quattro ruote. Uno degli ultimi talenti emersi proprio da questa competizione è Tommaso Ciuffi, che quest’anno difenderà i colori del team ufficiale Peugeot Sport Italia nel Campionato Italiano Rally due ruote motrici, salendo a bordo della 208 R2B ufficiale. Il pilota toscano cercherà di confermarsi in questa categoria, dopo aver trionfato proprio nel Peugeot Competition 2018.

Trofeo Peugeot: cenni storici

Riprendendo in mano la storia, nel 1980 ci fu la prima vera edizione del trofeo Peugeot Rally, che vide la partecipazione di 70 piloti a bordo di Peugeot 104 sia 1.100 cc che 1.300 cc di cilindrata. Il premio in palio era in denaro, ben 42 milioni di vecchie lire. La vittoria andò a Giampaolo Icardi e Renzo Casavecchia di Cuneo. La competizione crebbe e nel 1982 raddoppiò, così al fianco del Trofeo Peugeot Rally ci fu quello di Talbot, Marchio acquistato nel 1982. Nel 1984 ci fu lo sbarco in pista, con la Talbot Samba, ma di lì a poco questa competizione acquisì un sempre maggiore risalto e l’attività raggiunse nuove vette merito della Peugeot 205 e della 106, coinvolgendo anche personaggi famosi quali Dodi Battaglia dei Pooh e Giorgio Faletti. Nel 1986 il Trofeo Peugeot allargò i suoi orizzonti, buttandosi nelle specialità di slalom e salita: il premio fu di 300 milioni di lire che andarono a Paolo Sottosanti. Nel 1989 arrivò il momento della massima diffusione: quasi 600 iscritti, 378 aderiscono al Trofeo Rally e 182 alla Coppa Velocità. E’da allora che Peugeot divenne il marchio più diffuso nei Rally italiani, con oltre il 25% delle vetture iscritte. Questo primato dura da oltre 30 anni e nel tempo è cresciuto, tanto che nel 2018 si è raggiunta la soglia del 35%.

Peugeot Competiton 2019

L’edizione numero 40 del Peugeot Competition si articola in 3 serie: 208 Rally Cup TOP, 208 Rally Cup PRO, Rally Regional CLUB. Al 208 Rally Cup Top prenderanno parte i piloti al volante di 208 R2B in 6 tappe ufficiali del Campionato due ruote motrici che sono: Ciocco, Sanremo, Roma, Friuli, Due Valli e Tuscan. Rimane esclusa la Targa Florio. Al primo della classifica, qualora fosse un under 28, Peugeot offrirà la possibilità di correre come ufficiale per la stagione 2020. Inoltre, per i primi tre classificati, Pirelli mette in palio premi in denaro rispettivamente di tremila, duemila, mille euro.

Al 208 Rally Cup PRO sono ammesse solo le 208 R2B che correranno in cinque tappe: Rally Appennino Reggiano, Rally di Piancavallo, , Rally del Taro, Rally del Casentino e Rally di Bassano. I premi sono destinati ai primi cinque della classifica assoluta: per il primo, 20mila euro e 20 pneumatici Pirelli PZero RK da 16”; per il secondo, 10mila euro e 20 pneumatici Pirelli PZero RK da 16”; per il terzo, ottomila euro e otto pneumatici Pirelli PZero RK da 16”; per il quarto, cinquemila euro e due pneumatici Pirelli PZero RK da 16”; per il quinto, duemila euro.

Al Rally Regional CLUB sono ammessi tutti i piloti che hanno una vettura del Leone da competizione, anche quelle che non sono più in produzione. Per la classifica finale contano tutte le gare di tipologia rally presenti nel calendario Aci Sport 2019 che si disputeranno fra il 1° marzo 2019 ed il 31 ottobre 2019. I premi sono: cinquemila euro per il primo classificato in assoluto e con duemila euro i primi classificati con vettura 2 Ruote Motrici, 4 Ruote Motrici, 2 Ruote Motrici Gr. R e il secondo classificato con vettura 2 Ruote Motrici Gr. R.

Peugeot Sport Italia, i piloti

A difendere i colori di Peugeot Sport Italia nel Campionato italiano Due Ruote Motrici ci sarà l’equipaggio formato da Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella. Ciuffi ha avuto un 2018 da favola, essendosi affermato al primo posto nel Trofeo Peugeot Competition TOP 208, nel Trofeo Peugeot Competition RALLY 208 e nel Trofeo Peugeot Competition CLUB. Con Gonella si è imposto nel Peugeot Competition Top 208, e adesso sono pronti ad affrontare insieme questo nuovo importante step per la loro carriera. Squadra che vince non si cambia, per questo motivo i due si presentano ai nastri di partenza della prossima stagione con grande entusiasmo e voglia di stupire.

Tommaso Ciuffi durante la presentazione ufficiale della stagione 2019 ha così parlato dei suoi obiettivi: “Affronto il 2019 con grande entusiasmo, arrivare fino a qui è il completamento di un sogno che avevo fin da bambino. Ho voglia di crescere e di andare a conquistare la vittoria. So che la pressione è tanta, ma cercherò di fronteggiarla nel migliore dei modi possibili. Far parte del Team ufficiale è una grande opportunità che cercherò di sfruttare al meglio“.

Nicolò Gonella, il copilota e parte più razionale del duo, ha le idee chiare su come affrontare questo nuovo ed emozionante percorso: “Siamo pronti e competitivi, vogliamo vincere anche se non sarà facile. Bisognerà fronteggiare al meglio la pressione e cercare di ottenere dei buoni risultati fin da subito“.

A supervisionare il lavoro dei due giovani piloti ufficiali ci sarà Paolo Andreucci, che dopo essere stato al centro di alcune trattative di mercato, ha deciso di rimane in Peugeot, anche se con un altro ruolo. L’undici volte campione italiano rally svolgerà per il Leone il ruolo di ambasciatore sportivo, tutor per i giovani ed elemento di grande esperienza per il team. Queste sono le parole del pilota toscano: “Il rapporto di oltre dieci anni con Peugeot non poteva terminare, così sono pronto a dare il mio contributo di esperienza ai giovani. Adesso avrò un’altra veste e cercherò di dare il massimo per far crescere i giovani piloti e il team, mettendoci tutto il mio entusiasmo. Non mi sono ritirato dalle corse, se ci sarà occasione correrò in qualche occasione, anche se è ancora tutto da stabilire“.

Il debutto della 208 R2B di Peugeot Sport Italia avverà il 22-24 marzo al Rally del Ciocco e della Valle del Serchio. A seguire ci saranno: il Rally di Sanremo (12-14 aprile), il Rally Targa Florio (9-12 maggio), Rally Roma Capitale (19-21 luglio), il Rally del Friuli Venezia Giulia (30-31 agosto), il Rally 2 Valli (10-12 ottobre), ed il Tuscan Rewind (22-24 novembre).

Tutto su: Peugeot