Nissan: parte la sfida in Formula E

La Casa giapponese scende in pista con le monoposto di seconda generazione e si affida a Sebastien Buemi ed a Oliver Rowland.

Nissan: parte la sfida in Formula E

di Valerio Verdone

12 Dicembre 2018

Ci siamo, stanno per spegnersi i semafori sulla nuova elettrizzante stagione di Formula E ed il team Nissan è pronto a raccogliere la sfida facendo affidamento anche sull’esperienza del team e.dams. In questo fine settimana ci sarà la prima delle 13 gare stagionali con tante novità in pista.

Accanto allo svizzero Sebastien Buemi la Nissan schiererà l’inglese Oliver Rowland per puntare a grandi risultati. Tutto inizierà dunque sul circuito di Ad Diriyah, in Arabia Saudita, lungo 2,495 km e con ben 21 curve in cui fare la differenza.

Ci sarà da lottare contro altre 10 squadre agguerrite e da prendere le misure in gara alle nuove monoposto, quelle di seconda generazioni, più potenti e con un’autonomia superiore, al punto che non sarà più necessario effettuare il cambio auto a metà gara.

In 45 minuti più un giro verrà decretato il vincitore e per alcuni tratti di pista i piloti potranno usufruire di 25 kw supplementari sfruttando quella che viene definita modalità attacco. In pratica, verranno agevolati i sorpassi che sono già una pratica all’ordine del giorno nelle corse di Formula E. Quindi, a beneficiarne saranno gli spettatori che potranno assistere ad uno spettacolo ancora maggiore.

In questo panorama la Nissan amplierà la sua visibilità come costruttore green, non a caso la Leaf, che è la vettura elettrica più venduta al mondo, ha fornito l’esperienza necessaria per creare un motore da corsa veloce ed affidabile.

 

Tutto su: Nissan Leaf