Citroen: la C3 R5 debutta sulla terra

In Portogallo la vettura da corsa di Citroen farà il suo debutto sulla terra e sarà condotta da Lefebvre e da Fontes campione portoghese 2015 e 2016.

Citroen: la C3 R5 debutta sulla terra

Tutto su: Citroën C3

di Valerio Verdone

11 maggio 2018

Ci siamo, con l’appuntamento portoghese la Citroen C3 R5 è pronta a dimostrare le sue qualità anche sulla terra che poi è la superficie più diffusa nel mondiale. La vettura vuole proseguire sulla strada della Corsica, dove ha ottenuto due migliori tempi e un secondo posto nel WRC2, inoltre, vuole dimostrare che la sua prima vittoria al rally Lyon-Charbonnières è solo l’inizio di una lunga serie.

Così, punta senza mezzi termini alla vittoria di categoria facendo sfoggio del suo assale anteriore specifico, che presenta due varianti: una per l’asfalto e l’altra per la terra. Si tratta di una soluzione che non hanno le sue concorrenti e che potrebbe darle un vantaggio tecnico importante.

Comunque, per andare sul sicuro, il volante di una C3 R5 sarà affidato a  Stéphane Lefebvre, il pilota ufficiale del team del Double Chevron, con esperienza anche nel WRC,  mentre la seconda auto che correrà nel WRC2 sarà condotta dal pilota locale José Pedro Fontes, campione di Portogallo 2015 e 2016.

Pierre Budar, Direttore Citroen Racing è ottimista come si può percepire dalle sue dichiarazioni: “dopo un debutto positivo della C3 R5 sull’asfalto corso, è il momento di dimostrare il suo potenziale su terra, davanti a una concorrenza ancora numerosa. Con una geometria degli assali specifica per ognuno dei due fondi, ha avuto un’ottimizzazione senza precedenti nel mondo della competizione clienti. Stéphane e Gabin hanno le carte in regola per fare un’ottima impressione a un pubblico di specialisti, sempre molto entusiasti. Conoscono bene l’auto, perché hanno partecipato a gran parte del suo sviluppo, anche in versione terra, e si sono sempre dimostrati competitivi in questo rally”.