FCA: chiusa la trattativa con Renault e confermati gli investimenti in Italia

Il Gruppo italo-americano tranquillizza sull’occupazione italiana confermando l’investimento di 5 miliardi di euro dedicato agli stabilimenti FCA.

Il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e la Sindaca di Torino, Chiara Appendino, hanno avuto un importante faccia a faccia con Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee del Gruppo FCA, durante il quale si è discusso della trattativa tra Fiat-Chrysler e Renault e del piano di investimenti del Gruppo italo-americano nel nostro paese.

Golier avrebbe detto a Cirio e Appendino che FCA voleva fortemente un accordo con Renault, ma gli ostacoli “politici” avuti in Francia non hanno creato le condizioni per procedere verso questo tipo di operazione. La trattativa è quindi al momento chiusa, ma la Sindaca ha precisato che: “se dovesse succedere qualcosa verremo informati.”

FCA avrebbe comunque confermato il piano da 5 miliardi di investimenti dedicati agli stabilimenti dislocati in Italia che dovrebbero raggiungere la piena occupazione nel 2022, inoltre il Gruppo guidato da Manley starebbe procedendo spedito nei confronti dello sviluppo della mobilità elettrica, oltre ad avere l’intenzione di continuare con le sperimentazioni della guida autonoma.

A dimostrazione di ciò, Golier in persona avrebbe invitato ufficialmente Cirio e Appendino a partecipare alla presentazione della piattaforma base dedicata alla nuova 500 elettrica che si svolgerà il prossimo luglio a Mirafiori, proprio in occasione dell’ottantesimo anniversario dell’impianto produttivo. Sempre a proposito di investimenti, nella fabbrica FCA d Grugliasco verranno assemblati i nuovi modelli Maserati, mentre nello stabilimento di Verrone, dove vengono realizzate le trasmissioni utilizzate su un’ampia gamma di modelli, si prevede un aumento della produzione per l’adozione di un nuovo cambio che equipaggerà alcuni veicoli commerciali leggeri.

L’ex stabilimento di Rivalta è oggetto di una importante riconversione che lo trasformerà in uno dei centri globali di distribuzione ricambi del brand Mopar dedicato all’area Emea e ad altri mercati sparsi nel globo. Come se non bastasse, Fiat-Chrysler ha aderito alla proposta del Politecnico per la realizzazione di un nuovo centro di competenza tecnologica manifatturiera nella città di Torino.

Sia Cirio che l’Appendino sono rimasti particolarmente soddisfatti dalle dichiarazioni di Golier, soprattutto quelle relative all’impegno per la piena occupazione degli stabilimenti FCA italiani entro il 2022, anche se la sindaca del capoluogo piemontese ha sottolineato che ci sarà la necessità di nuovi confronti per essere certi che questa promessa diventi realtà.

I Video di Motori.it

Kawasaki Supercharged Breaking News all’EICMA 2019

Altri contenuti