Mercato auto 2019: in Italia -9,6% a marzo

Continua il periodo nero per il mercato auto italiano con il Gruppo FCA che perde quasi il doppio della media.

Continua la flessione del mercato auto italiano che registra nel mese di marzo una contrazione del 9,6% secondo i dati diffusi dal Ministero dei Trasporti che parlano di 194.234 immatricolazioni effettuate nel mese appena trascorso. Quella di marzo va ad aggiungersi alla flessione di gennaio (- 7,55%) e quella registrata a febbraio (2,42%), portando così il consuntivo del primo trimestre a d un segno negativo del 6,53%, con 574.803 unità distribuite.

Il Gruppo FCA ha chiuso marzo con 48.705 immatricolazioni che valgono una flessione del 19,45%. Fiat-Chrysler vede crescere soltanto il brand Lancia, con un +15,46% e 6.080 registrazioni, che vanta nella sua gamma esclusivamente la citycar Ypsilon. Alfa Romeo crolla con un calo del 54,74% che equivale a 2.433 unità immatricolate, Fiat perde invece un -21,47% (31.632 immatricolazioni), Jeep registra un -8,38% (7.907 immatricolazioni) e Maserati addirittura un -54,12% (128 unità).

Il Gruppo PSA riesce ad avere un risultato migliore della media del mercato, anche se comunque cede il 2,79% con 31,733 auto distribuite. Esaminando i vari brand del Gruppo d’oltralpe scopriamo che Peugeot perde il 5,49% (10.889 immatricolazioni), Citroën vanta una flessione del 1,97% (9.516 immatricolazioni), Opel risulta in calo rispettivamente del 1,23% (10.959 registrazioni), mentre DS va in controtendenza e cresce del 14,95%, anche se si parla di appena 369 registrazioni.

Anche il Gruppo Volkswagen contiene la sua flessione portando a casa un calo dell’1,94% e 29.452 immatricolazioni. Analizzando nel dettaglio i vari marchi, il brand di Wolfsburg perde il 3,53% (17.535 immatricolazioni), Skoda cala dell’1,8% (2.671) e Audi il 3,59% (6.418). Al contrario, crescono Seat con un + 13,61% (2.804) e Lamborghini +71,43% con appena 24 immatricolazioni.

Va molto bene il Gruppo Renault che aumenta le sue immatricolazioni dell’11,56% registrando 20.878 auto distribuite a marzo: Dacia vanta un grande exploit con un aumento dell’80,8% che compensa la perdita del brand del Rombo pari ad un -12,23%. Male Ford che perde il 20,85%. Male il Gruppo Daimler che scivola del 17,97% con 8.662 immatricolazioni suddivise in una perdita del 22,07 subita da smart e un calo del 16,32 del brand Mercedes. Il Gruppo Bmw cresce dello 0,34%, ma rimane dietro Daimler con 8.553 immatricolazioni (BMW -1,98% e Mini +7,59%).

Passando ai marchi asiatici scopriamo che il Gruppo Toyota aumenta le sue vendite dell’1,02% raggiungendo quota 9.294 immatricolazioni (brand Toyota -0,66% e Lexus +25,81%). Nissan accusa un crollo del 33,58%, Mazda del 3,59% e Subaru addirittura del 43,54%. Bene Suzuki con un +2,27%, ma soprattutto Mitsubishi che guadagna un 44,84%. Hyundai e Kia a marzo calano invece rispettivamente del 14,47% e del 7,54%.

I Video di Motori.it

Intervista a Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia

Altri contenuti