Suzuki: porte aperte per le Hybrid il 26 e 27 gennaio

Nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 gennaio sarà possibile toccare con mano e provare la gamma Hybrid Suzuki.

E’ stato un 2018 positivo per Suzuki che sul mercato italiano è diventato il secondo costruttore di auto ibride a livello di immatricolazioni con una quota di mercato su base annua arrivata all’1,72%: un record assoluto per  la Casa di Hamamatsu, che è pronta a confermare e superare tale risultato nel 2019 facendo leva su questa tipologia di motorizzazione.

Chiaramente, la tecnologia ibrida necessita di maggiore divulgazione, così, al fine di far conoscere alla propria clientela le caratteristiche di questi modelli, ci sarà una prima apertura straordinaria degli showroom per il 2019 nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 gennaio.

Sarà l’occasione per vedere da vicino e toccare con mano modelli quali Ignis, Swift e Baleno, e per comprendere l’efficienza della tecnologia Hybrid di Suzuki che, grazie al peso contenuto di soli 6,2 kg ed alle dimensioni compatte, non inficia la dinamica e non sottrae spazio a passeggeri e bagagli. Interessante poi notare come le Suzuki ibride siano esenti dal pagamento dell’Ecotassa.

Ovviamente, sarà possibile effettuare anche un test drive per sperimentare una guida ibrida che recupera energia nei rallentamenti e va a coadiuvare il motore termico riducendo consumi ed emissioni ma senza necessità di ricariche esterne.

Attualmente, la gamma Suzuki Hybrid è formata da 3 modelli, Baleno, Ignis e Swift e si articola su 2 motorizzazioni, il 1.2 ed il 1.0 Boosterjet, e vanta sia vetture 2WD che 4WD e anche la doppia alimentazione benzina-GPL. Il listino parte da 13.600 euro con tutto di serie, ed i  1000 euro aggiuntivi rispetto ai modelli convenzionali spesso vengono compensati dalle agevolazioni riconosciute loro da molte amministrazioni locali.

Suzuki Hybrid porte aperte gennaio 2019 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti