Tesla non abbandonerà Wall Street

La Casa californiana rinuncia ad uscire dal listino di New York per le perplessità evidenziate dal consiglio d’amministrazione. Elon Musk dovrà rivedere i propri piani, oltre che le strategie aziendali per il futuro.

Elon Musk fa marcia indietro sull’idea di ritirare le azioni Tesla dalla Borsa di Wall Street, come annunciato invece lo scorso 7 agosto con un messaggio su Twitter.

Ad ufficializzare l’inversione di rotta è stato un comunicato ufficiale diffuso dalla casa americana, con Musk che spiega di aver cambiato idea sull’uscita dal mercato azionario dopo aver parlato con il consiglio d’amministrazione di Tesla.

Ad incidere sulla decisione di non abbandonare Wall Street sembra siano state le reticenze di molti azionisti e investitori, preoccupati dal dare il via a un processo lungo, complicato e pieno di incognite. Dopo l’annuncio di Musk di 20 giorni fa, le azioni di Tesla hanno perso circa il 20% del loro valore.

La quotazione della casa automobilistica californiana in borsa risale al 2010 e una sua uscita in questo momento sarebbe stata l’operazione di delisting più grande finora effettuata a Wall Street. Per Musk, che si è visto bocciare la proposta, resta comunque la fiducia da parte del consiglio d’amministrazione del gruppo, che ha ribadito in un comunicato il pieno appoggio all’attuale CEO di Tesla.

Nuova Tesla Roadster: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti