Psa Groupe: ottimi risultati nel primo semestre

La holding Citroen, DS, Peugeot raggiunge l’8,5% di redditività. Riflettori puntati su Opel e Vauxhall, che ad un anno esatto dall’acquisizione mettono a segno un tasso di rendimento del 5%.

Sono numeri e valori percentuali di primaria importanza, quelli resi noti nelle scorse ore dai vertici PSA Groupe in occasione dell’analisi delle performance del primo semestre 2018 per la holding guidata da Carlos Tavares: ricavi per 38,6 miliardi di euro (+40,1% sul 2017), un utile operativo di 3 miliardi di euro (+48,1% sullo stesso periodo dello scorso anno), un margine operativo del 7,8% (percentuale che, nel periodo 1 gennaio-30 giugno 2017, vale a dire prima dell’acquisizione di Opel-Vauxhall, era al 7,4%) e, soprattutto, un 8,5% relativo al tasso di rendimento.

Quest’ultimo valore, di assoluto livello nel comparto automotive, viene individuato dal numero uno di PSA, Carlos Tavares, come sintomatico dell’ottimo andamento del Gruppo, insieme all’altra “big news” della giornata, cioè la redditività del 5% per Opel, che insieme alla consociata di oltremanica Vauxhall era stata acquisita giusto un anno fa. A questo proposito, lo stesso amministratore delegato PSA indica come il “boost” messo a segno dal marchio di Russelsheim sia “Prova del suo potenziale, e contro ogni previsione”, peraltro raggiunto in virtù di una precisa strategia di attenzione ai costi, ottimizzando i prezzi e focalizzando i propri sforzi sui settori maggiormente redditizi, come quello Sport Utility.

Le ottime performance PSA Groupe relative al primo semestre 2018 avevano già trovato una prima traccia, nei giorni scorsi, sull’andamento in Italia delle immatricolazioni e dell’incidenza di mercato: cifre alla mano, i “brand” Citroën, DS Automobiles e Peugeot hanno immatricolato 129.163 nuove autovetture e veicoli commerciali nei primi sei mesi di quest’anno, riportando una crescita del 9,7%, a fronte di un mercato in flessione dell’1,2%. La quota di mercato raggiunta da PSA nel nostro Paese al 30 giugno 2018 è del 10,68%, vale a dire +1,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In particolare, Peugeot 208 e la lineup “Sport Utility” del marchio del Leone hanno giocato un ruolo particolarmente di rilievo, avendo totalizzato rispettivamente più di 20.000 nuove immatricolazioni (Peugeot 208) e circa 29.000 nuove unità (Peugeot 2008, 3008 e 5008); da tenere presente il buon andamento del settore Veicoli commerciali, che archivia i primi sei mesi 2018 con più di 14.000 nuove immatricolazioni ed una crescita dell’11% con due punti in più nella quota di mercato relativa.

Contestualmente, è notizia di queste ore l’annuncio di un nuovo “sbarco” per PSA negli USA (15 Stati, da New York alla California, passando per Texas, Arizona, New Hampshire, New Jersey, Washington, Massachusetts, Virginia, Carolina del Nord, Georgia, Maryland, Florida e Illinois) e Canada (Quebec, British Columbia, Alberta e Ontario): inizialmente attraverso il servizio di mobilità condivisa Free2Move che oltreoceano (a Seattle) è attivo dal 2017 e a breve verrà potenziato con 600 nuove vetture; successivamente, con nuovi servizi dedicati agli utenti: dalle proposte di noleggio a lungo termine agli spazi di vendita usato.

Altri contenuti