Groupe PSA Italia: +9,7% nel primo trimestre 2018

Merito dei nuovi modelli Citroen e Peugeot dei SUV Opel della gamma GPL del Fulmine e della piccola Karl.

E’ tempo di bilanci per Groupe Psa Italia che ha ottenuto ottimi risultati nel primo semestre del 2018. Infatti, i brand Citroën, DS Automobiles e Peugeot hanno immatricolato ben 129.163 vetture e veicoli commercialifacendo segnare un +9,7% rispetto ad un mercato in flessione dell’1,2%.

In questo modo il Groupe PSA ha raggiunto la quota di mercato del 10,68%: 1,1 punti in più rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno in cui si attestava sul 9,61%. Tutto questo è stato frutto dei successi commerciali di CITROËN C3 e C3 Aircross (oltre 35 mila immatricolazioni), di PEUGEOT 208 (più di 20.000 immatricolazioni) e della gamma SUV PEUGEOT (quasi 29 mila unità vendute di 2008, 3008 e 5008).

Ma le cose sono andate alla grande anche per quanto riguarda i veicoli commerciali, con oltre 14 mila immatricolazioni ed una quota del 16,3%,Groupe PSA cresce del 11% in un mercato stabile (+0,3%). Così, il Gruppo guadagna complessivamente 2 punti di quota rispetto al primo semestre dello scorso anno e consolida il secondo posto in termini di quota di mercato.

Inoltre, grazie all’acquisizione del marchio Opel (non presente nel primo semestre 2017) il Groupe PSA in Italia conquista il secondo posto assoluto tra i gruppi automotive ed il primo tra i costruttori esteri, con una quota del 15,5%. Infatti, il contributo dei SUV Opel è importante visto che  Crossland X, Mokka X e Grandland X incrementano le loro immatricolazioni di oltre il 34%, più del segmento di riferimento, aumentando sia in volume sia in quota.

Il Marchio del Fulmine conferma la leadership nelle alimentazioni GPL, dove Corsa GPL Tech è il modello estero più venduto in Italia, mentre nel segmento delle “citycar” Opel si conferma primo marchio estero grazie alla piccola KARL che cresce di quasi il 44% rispetto allo scorso anno.

Altri contenuti