Audi: ricavi per oltre 60 miliardi di euro nel 2017

Il Gruppo Audi ha ottenuto un risultato straordinario con ricavi che sono più che raddoppiati nel corso di otto anni.

In un contesto particolare come quello del 2017, il Gruppo Audi è riuscito ad aumentare ricavi e utili. Infatti, lo scorso anno è coinciso con la prima volta nella quale i ricavi hanno superato la soglia dei 60 miliardi di euro, più che raddoppiati negli ultimi otto anni.

Nello specifico, l’utile operativo è di 5,1 miliardi di euro prima delle componenti straordinarie, mentre il corrispondente margine operativo sulle vendite (ROS) è pari all’8,4%. Ma non è tutto perché l’inclusione delle attività in Cina, presentate in coda al risultato finanziario, aumenterebbe il margine operativo di un punto percentuale.

Chiaramente, non bisogna dimenticare che nei numeri della Casa di Ingolstadt bisogna annoverare quelli derivanti dal dieselgate, come la questione dei Diesel V6 3.0 TDI in nord America, per la quale nel 2017 Audi ha iscritto a bilancio ulteriori accantonamenti per 387 milioni di euro.

Comunque, al netto di tali voci straordinarie, l’utile operativo si è attestato a 4,7 miliardi di euro con un margine operativo pari al 7,8%. Ma dal 2018 il quadro è destinato a migliorare visto che Audi lancerà il maggior numero di nuovi modelli della propria storia ed entrerà nell’era della mobilità elettrica.

All’atto pratico però, la Casa dei Quattro Anelli prefigura un altro anno di attesa prima che l’offensiva sul fronte del prodotto produca un impatto positivo costante su consegne e utili a partire dal 2019. Insomma, per guardare con ottimismo al futuro bisogna agire oggi ed Audi sta investendo in maniera importante attuando un esteso programma di misure per preparare il terreno alla ristrutturazione del proprio modello di business in linea con la strategia «Audi. Vorsprung. 2025».

Audi A8 2022: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Audi A8: lusso e tecnologia
Anteprime

Audi A8: lusso e tecnologia

Pronta per esordire sul mercato (anche in Italia), la nuova declinazione 2022 della berlina di fascia più alta di Audi è protagonista di un upgrade che è più di un semplice restyling.