Il Gruppo FCA dirà addio ai motori diesel nel 2022?

L’autorevole quotidiano economico inglese ha svelato quella che potrebbe essere la svolta storica del Gruppo guidato da Sergio Marchionne.

Il Gruppo FCA dirà addio alla produzione di modelli diesel a partire dal 2022: ad affermarlo è l’autorevole quotidiano economico Financial Times che ha spiegato tutti i particolari di questa storica scelta. I motori alimentati a gasolio saranno sostituiti dalle unità ibride e mild-hybrid, capaci di rispettare le sempre più severe normative anti-inquinamento.

L’operazione riguarderà tutti i brand ed i modelli del Gruppo italo-americano (Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Dodge, Fiat, Lancia e Maserati), ad eccezione dei veicoli commerciali, truck e camion. Anche se in Italia il 56% delle vetture sono diesel, la domanda nei confronti di questo tipo di vetture sta scendendo gradualmente, ma inesorabilmente, inoltre adeguare le unità a gasolio alle sempre più restrittive e già citate norme anti-inquinamento sta diventando troppo oneroso per le Case automobilistiche.

Secondo quanto riferito dal quotidiano, Fiat-Chrysler comunicherà ufficialmente questa decisione il prossimo 1° giugno in occasione della presentazione a Balocco del nuovo piano industriale di FCA, ovvero l’ultimo realizzato sotto la guida del manager italo-canadese che alla fine dell’anno dovrebbe lasciare le redini del gruppo, anche se probabilmente rimarrà Presidente della Ferrari.

Altri contenuti