Porsche dice addio ai motori diesel

La decisione presa a causa delle scarse vendite dei modelli a gasolio e dalla progressiva elettrificazione della gamma.

Porsche sembra abbia preso una posizione definitiva sulla produzione dei modelli con propulsori diesel, decidendo di eliminarli dalla propria gamma. Questa scelta – secondo quanto diffuso da Autocar – è stata fatta dopo aver già deliberato di non proporre una motorizzazione diesel per la Cayenne di nuova generazione. Il colosso tedesco dovrebbe progressivamente eliminare dalla propria offerta i modelli Macan S Diesel e Panamera 4S Diesel.

Anche se quasi certamente la scelta dipenda anche dallo scandalo emissioni, conosciuto con il nome di dieselgate, che ha coinvolto tutto il Gruppo Volkswagen, un portavoce della Casa teutonica ha specificato che questa operazione rispecchia il “cambiamento culturale” che porterà il marchio a proporre soluzioni maggiormente compatibili con l’ambiente, come la sempre più massiccia presenza di modelli ibridi plug-in e la futura introduzione di supercar elettriche come la Mission E.

Sempre secondo il magazine inglese Autocar, a pesare sulla scelta dei vertici Porsche è stata anche la necessità di aggiornare il SUV compatto Macan alle nuove normative che riguardano la procedura di verifica a livello mondiale (WLTP) che va a sostituire il nuovo ciclo di guida europeo (NEDC) utilizzato nel Vecchio Continente.

Un’altra importante motivazione è scaturita dalle scarse vendite delle versioni a gasolio di Macan e Panamera. Secondo i dati diffusi, le versioni diesel si sono fermate solo al 15% delle vendite globali del 2017 nel mercato europeo, mentre le varianti con schema ibrido sono in continua ascesa, come sottolineato dalle ottime vendite della Panamera ibrida plug-in, scelta dal 60% della clientela della “quattro porte” tedesca.

911 Porsche Design 50th Anniversary Edition 2022: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti