Mercato auto: +7,1% ad ottobre

Crescono le auto ibride ed elettriche mentre scendono le diesel ma sale la quota di chilometri zero nel corso dei 10 mesi del 2017.

Continua il momento positivo per il mercato dell’auto con il mese di ottobre che ha visto ben 157.900 immatricolazioni, una dato che equivale ad una crescita del 7,1% rispetto allo stesso mese del 2016. Ancora più incoraggiante il volume di veicoli immatricolati nei primi dieci mesi dell’anno: 1.692.047 unità, ovvero una percentuale migliorata dell’8,9% in confronto al medesimo periodo del 2016.

Bisogna comunque segnalare una crescita nell’ultimo mese inferiore a quella del mese precedente, visto che a settembre le immatricolazioni hanno fatto segnare un aumento dell’8,1 % rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Nello specifico, le auto ibride ed elettriche hanno maturato una crescita in doppia cifra superando per la prima volta la quota del 4% del mercato, precisamente il 4,3%. Non male nemmeno il dato sulle auto a GPL, che arrivano al 6,9%. Ma entrando nei dettagli scopriamo una crescita dei volumi di vendita delle vetture a benzina arrivate al 31,7%, mentre scendono le diesel al 55,1% rispetto al 58,4% di ottobre 2016. Non cambia invece la situazione delle auto a metano che detengono sempre il 2% del mercato.

Comunque, come ha spiegato Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia: “un mese ancora positivo, sostenuto dall’efficacia delle promozioni messe in pista da case e concessionari, e dall’apporto determinante delle auto immatricolazioni, ovvero delle chilometri zero, che sono state circa 28.000. Di queste, secondo DataForce, 6.400 sono state immatricolate in capo alle case auto e 21.600 dai concessionari. Confermata quindi la tendenza che proietta le chilometri zero ad oltre 300.000 unità nel 2017, pari al 15,5% dell’intero mercato, con un aumento di circa il 42% rispetto al 2016. Il tutto mentre il canale privati, vera cartina di tornasole della salute del mercato, su base annua fa segnare un -5,6%”.

Ancora più significativo il dato che spiega come 47.000 immatricolazioni sono avvenute l’ultimo giorno: quindi un terzo del totale di tutto il mese di ottobre. Quindi, in definitiva, in mese scorso la vendita ai privati è cresciuta del 3,8%, quella alle società dell’11%, mentre il noleggio ha subito un incremento del +12,4%.

Verso la fine dell’anno bisognerà monitorare ulteriormente l’atteso picco di immatricolazioni che però potrebbe essere favorito dal fenomeno delle chilometri zero. Una tendenza che conferma come i dati possano essere influenzati da questo comportamento e dalla corsa frenetica agli obiettivi.

Altri contenuti