Mercato: l’acquisto di un’auto passerà sempre più dal web

Secondo una recente ricerca tra 5 anni ben il 18% degli europei comprerà l’auto su internet.

I dati di una recente indagine di mercato condotta da Motork e presentata in occasione di IAB Internet Motors (edizione speciale dell’evento di digital automotive più importante d’Europa) affermano che fra soli 5 anni ben il 18% degli europei acquisterà un’automobile sul web. Inoltre, il 79% sfrutterà un utilizzo ibrido che sarà caratterizzato dall’uso della rete per alcune fasi preliminari dell’acquisto per poi passare ad una visita “fisica” da show room e concessionari. Solo il restante 3% continuerà a comprare l’auto in maniera tradizionale, ovvero senza l’aiuto di internet.

L’indagine è stata condotta in cinque Paesi europei tra cui Italia, Francia, Spagna, Germania e Gran Bretagna, ed è stata portata avanti incrociando i dati relativi ai ritmi di crescita dei processi di digitalizzazione dei dealer con il comportamento dell’utente in tutte le fasi di ricerca e acquisto dell’auto, ovvero la ricerca di informazioni su un determinato modello e la formulazione del preventivo fino ad arrivare alla trattativa e all’acquisto definitivo.

Fino a poco tempo fa, i distributori automatici di automobili e l’acquisto self service online sembravano cose da fantascienza, mentre adesso stanno diventando parte di un nuovo processo di acquisto dell’auto che sta vivendo un piena espansione. Ovviamente queste soluzioni di vendita ci metteranno molto tempo a diventare una prassi consolidata, ma ci fanno ben capire in che direzione sta andando il mercato automotive.

Un’ulteriore conferma di questo trend arriva dal mondo della pubblicità che sottolinea come questo costante cambiamento sia sempre più consolidato: gli ultimi dati diffusi dalla Nielsen parlano di una futura crescita nel 2018 degli investimenti nel digital advertising pari al 9,4% rispetto all’anno precedente, ovvero un dato decisamente superiore alla media del mercato digital che dovrebbe fermarsi al 7,9%.

“I concessionari hanno il tempo e gli strumenti necessari per affrontare questo epocale cambiamento di paradigma”  ha dichiarato Marco Marlia, fondatore e CEO di MotorK, società ideatrice di Internet Motors, che ha aggiunto: “Il cliente sta chiedendo una semplificazione dell’esperienza, un sistema di post vendita con alti livelli di servizio e una maggiore flessibilità relativa al prodotto. Nei prossimi cinque anni dovremo lavorare assieme ai dealer per garantire un compiuto processo di digitalizzazione, più che necessario per intercettare quel 79% di utenti che non si negheranno l’esperienza offline”.

Altri contenuti