Auto a trazione posteriore: 10 modelli per tutte le tasche

junio_gulinelli
23 Giugno 2022
Toyota-GR_86-2022-1280-2c

Scopri quali sono alcuni tra i più interessanti e accessibili modelli di auto a trazione posteriore attualmente sul mercato.

L’industria automobilistica sta avanzando a passi da gigante e molti penseranno che i loro gusti e le tendenze passate non abbiano più posto in questo nuovo mondo tecnologico. Oggi, infatti, i veicoli ecologici stanno diventando sempre più importanti, i motori termici sono sempre più piccoli e le trasmissioni manuali sono sempre più in via di estinzione. E, naturalmente, non possiamo dimenticare le auto a trazione posteriore. Che, però, a sorpresa stanno resistendo alla rivoluzione dell’industria automobilistica, sposandosi bene anche con le nuove auto elettriche.

Concepita come uno degli ingredienti principali di ogni buona vettura sportiva e di quel tipo di auto che trasmette davvero qualcosa di speciale al suo guidatore, la trazione posteriore è sempre più messa in ombra da sistemi ormai iper-tecnologici e governati dall’elettronica, che trasmettono tutta la potenza del motore su tutte e quattro le ruote o all’avantreno. In questo modo, nel tempo, la presenza di veicoli puri, con tutta la spinta al retrotreno, è andata diminuendo notevolmente.

Proprio per questo motivo abbiamo voluto fare una lista delle auto a trazione posteriore più convenienti e divertenti che possiamo trovare attualmente sul mercato. Ogni amante del mondo dei motori apprezzerà sempre l’abbinamento di un motore longitudinale, un cambio manuale e, ovviamente, tutta la potenza all’asse posteriore. Tenendo conto di ciò, abbiamo voluto inserire modelli per tutti i gusti: dalle city car alle super car, passando per le compatte e anche per i SUV. 

Auto a trazione posteriore: Renault Twingo, la più economica

Auto a trazione posteriore: Renault Twingo

La piccola city car della Losanga è uno di quei modelli che può sorprenderci. Sia per la sua leggerezza, la coppia istantanea del suo motore elettrico e il prezzo ragionevole. Vista la sua natura elettrica, questa trazione posteriore meritava di essere nella lista. È spinta da un motore, posteriore, da 82 CV e ha un listino a partire da 22.750 euro.

Mazda MX-5

Auto a trazione posteriore: Mazda MX-5

La famosa due posti giapponese ha seguaci in tutto il mondo e le sue capacità dinamiche sono alla portata di pochissime auto. Nella sua versione più economica, ha un motore aspirato da 1,5 litri e 132 cavalli, abbinato a uno dei cambi manuali più eccezionali sul mercato. A tutto questo si aggiunge un peso complessivo che supera di poco i 1.000 chili. Per lei i prezzi partono da 30.355 euro.

Toyota GR-86

Auto a trazione posteriore: Toyota GR 86

È una delle auto sportive più desiderate della lista e questo perché mantiene l’essenza della prima generazione, anche se migliora uno dei punti più criticati: il motore. Ora il boxer a quattro cilindri aspirato guadagna potenza arrivando a 235 CV. Il prezzo parte da 34.250 euro.

Cupra Born

La Casa spagnola propone una gamma in cui i SUV giocheranno un ruolo sempre più importante, con l’arrivo di Cupra Terramar e Cupra Tavascan, oltre ai modelli elettrificati. Di questi, un modello interessante e a trazione posteriore è la Born, una compatta 100% elettrica e con 204 cavalli, con la quale ci si può divertire a percorrere le curve grazie alla sua agilità ed efficienza. 33.500 euro è il suo prezzo di partenza.

Smart #1

La prima SUV, elettrica, del marchio ora appartenente a Geely, arriverà il prossimo anno. Ma sta facendo già parlare bene di sé per la sua configurazione meccanica, un motore da 270 CV montato in posizione arretrata e che trasmette i suoi 343 Nm di coppia alle ruote posteriori. Con carrozzeria compatta (4,3 metri) e ruote alte. Il prezzo dovrebbe aggirarsi attorno ai 35.000 euro. 

Auto a trazione posteriore: Honda e, la più piccola

Auto a trazione posteriore: Honda e

Con meno di 4 metri di lunghezza, questa elettrica giapponese ha dimensioni che ne favoriscono l’agilità e la fluidità negli ambienti urbani, a cui si aggiungono gli eccezionali 315 Nm di coppia che vengono inviati al treno posteriore. Un bel gesto da parte della Honda per accontentare i suoi acquirenti. A un prezzo che parte da 36.600 euro. 

BMW Serie 2 Coupé

La nuova generazione della compatta tedesca ha resistito al cambiamento della sua configurazione, al contrario della Serie 1, e per questo è ancora una BMW a trazione posteriore. Ha una gamma variegata di motori e nei prossimi mesi verrà incorporata la più desiderata di tutte, la BMW M2. La Serie 2 Coupé parte da 43.150 euro. 

Tesla Model 3

Tutti quelli che l’hanno guidata parlano di un’auto dal feeling sportivo, nonostante elettrica al 100%, grazie proprio alla sua trazione posteriore e ai suoi 350 CV di potenza di picco (Boost) che la lanciano da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi. Ma il prezzo è il piatto alto nella lista, fino ad ora. Parte infatti da circa 55.000 euro. 

Auto a trazione posteriore: Alpina A110, la super car “accessibile”

E salendo ancora di prezzo, ma ritornando alla passione del motore termico, a benzina, troviamo un mostro sacro sportivo del momento, la Alpine A110. La coupé sportiva francese è una sportiva di razza, con un 1.8 da 250 CV e un prezzo che, però, supera i 60mila euro, di poco. 

Auto a trazione posteriore: Alfa Romeo Giulia, made in Italy

L’Alfa Romeo Giulia trasuda stile ed eleganza, ma anche sportività quando si tratta delle sue versioni più potenti. La più conveniente di tutte è la cosiddetta Sprint, abbinata a un interessante motore turbo a benzina da 200 cavalli e un cambio automatico a otto rapporti. Il tutto per 53.300 euro.

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

Ti potrebbe interessare anche

page-background