Volkswagen e Porsche: richiamo per 227.000 vetture

Volkswagen e Porsche dovranno richiamare 227.000 vetture per un problema al software di gestione degli airbag e delle cinture di sicurezza.

Volkswagen e Porsche dovranno effettuare un richiamo che coinvolgerà circa 227.000 vetture complessivamente. A stabilirlo è stata la KBA, ovvero l’autorità federale che regola il settore dei trasporti tedeschi.

Problemi agli airbag e alle cinture di sicurezza

Il motivo del richiamo è legato a un duplice problema che coinvolge il software di gestione degli airbag e il sistema che regola il pretensionatore delle cinture di sicurezza. Secondo quanto rilevato dalla KBA, infatti, gli airbag potrebbero azionarsi autonomamente anche in assenza di un impatto, con conseguenti rischi per la sicurezza di marcia di guidatore e passeggeri.

Allo stesso tempo, potrebbe capitare che in caso d’incidente sia gli airbag che i pretensionatori possano avere un comportamento anomalo tale da portarli a non funzionare correttamente. Per risolvere il problema è quindi indispensabile un aggiornamento software da effettuare presso la rete di officine autorizzate.

Tra i modelli interessati la Tiguan, la Cayman e la Panamera

Il richiamo vede coinvolti 203.400 esemplari delle Volkswagen Tiguan, Sharan e CC prodotte nel 2015, mentre per Porsche sono interessate 23.550 vetture dei modelli 911, Boxster, Cayman e Panamera assemblate tra il 2015 e il 2016. La KBA ha segnalato di essere a conoscenza di tre episodi in cui il difetto software ha causato l’azionamento non dovuto degli airbag.

I Video di Motori.it

Volkswagen ID.3: l’elettrica al Salone di Francoforte 2019

Altri contenuti