Migliori gomme 4 stagioni: top 5

Come si comportano gli pneumatici “all season” su asfalto bagnato ed asciutto ed in caso di neve? Analizziamo alcune comparative utili ad individuare le gomme più adatte alle esigenze personali.

Adatti tutto l’anno, gli pneumatici quattro stagioni possono rappresentare, in determinate condizioni, un efficace compromesso per quanti non ritengano strettamente necessario l’affidarsi alle gommature “stagionali” per la propria auto (gomme “estive” durante i mesi primaverili, nella stagione calda ed autunnale; pneumatici invernali nei mesi più freddi). Ciò, in special modo, vale per chi non abbia lo stretto bisogno di impegnarsi a lungo nelle strade di montagna in inverno, oppure faccia della propria auto un utilizzo prettamente utilitario, o urbano, in ogni caso genericamente su brevi distanze.

In questo caso, una “via di mezzo” potenzialmente valida può consistere nel rivolgere la propria attenzione verso la fascia di pneumatici “all season” (o “4 stagioni”, a seconda della singola Casa costruttrice), i quali costituiscono, per propria natura progettuale, un metodo di “compensazione” fra le caratteristiche precipue delle gomme invernali (qui il nostro approfondimento sulle differenze fra gomme 4 stagioni ed invernali) e quelle offerte dagli pneumatici estivi. Gli pneumatici “4 stagioni” (qui il nostro approfondimento sugli pneumatici 4 stagioni: scelta delle gomme migliori) vengono infatti progettati nell’ottica di un utilizzo “multi-purpose”, ovvero adatto a tutte le condizioni meteo ed a prescindere dalla stagione dell’anno.

La questione-base, da tenere in considerazione qualora si intenda procedere all’acquisto di un treno di pneumatici invernali, è riferita al grado di sicurezza che essi offrono all’atto pratico.

Pneumatici 4 stagioni: i migliori secondo i test

I test comparativi reperibili sul Web, in questo senso, non mancano. E si basano sulle prestazioni offerte dalle gomme 4 stagioni relativamente agli spazi di frenata su neve, asfalto bagnato ed asfalto asciutto, comfort acustico (rumore), resistenza al rotolamento e prezzo, ed in relazione a quanto offerto dalle migliori gomme estive ed invernali (va sempre tenuto conto che, solitamente, gli pneumatici 4 stagioni sono per lo più gomme invernali che “lasciano” qualcosa nel comportamento sulla neve, compensandone la piccola “mancanza” con migliori risposte sul bagnato rispetto, appunto, agli pneumatici invernali).

Nelle prove comparative è emerso come, ad esempio – i test non sono stati effettuati da noi: riportiamo quanto reperibile online, che fa riferimento a prove svolte da riviste estere del settore – fra i migliori pneumatici 4 stagioni si installano Goodyear Vector 4Seasons Gen-2 (proposto in vendita online a prezzi oscillanti fra 40,26 euro e da 61,30 euro: importi ovviamente soggetti a variazioni), Michelin CrossClimate + (online a prezzi che variano fra 61,69 euro e da 68,40 euro) evoluzione del precedente CrossClimate, e pneumatico che fra l’altro porta in dote la marcatura invernale “3 Peaks Mountain Snow Flake”; Continental AllSeason Contact (anch’esso provvisto della marcatura M+S e del fiocco di neve, dunque adatto anche alla circolazione tutto l’anno ed in perfetta corrispondenza con il Codice della Strada), individuato online presso i principali portali di acquisto gomme a prezzi che variano da 52,56 euro e da 56,93 euro; Kleber Quadraxer 2 (il “4 stagioni” prodotto dal marchio che fa capo al Gruppo Michelin, “erede” del precedente Quadraxer, ha ottenuto nel 2017 un giudizio “Buono” nei test effettuati da AutoBild, ed il titolo di “Eco-Meister 2017” in materia di rispetto per l’ambiente), reperibile online a prezzi variabili fra 48,32 euro e da 58,97 euro; e Vredestein Quatrac 5 (in vendita online da 36,81 euro e da 44,98 euro).

Altre prove rivelatrici

Recentemente, il settimanale tedesco AutoBild ha messo alla prova, preselezionandoli fra 27 tipi di pneumatici 4 stagioni, le 10 gommature che, nel complesso, hanno fatto registrare i più brevi spazi di frenata, da una velocità di 100 km/h, su asfalto asciutto ed in condizioni di bagnato.

Ecco le performance migliori scaturite dall’esame preliminare, espresse tenendo conto dei metri necessari all’arresto del veicolo nelle condizioni sopraddette.

Bridgestone Weather Control A005. Con uno spazio di frenata 100-0 km/h di 45,2 m su asfalto bagnato e di 39,4 m su asfalto asciutto (complessivamente, gli spazi di frenata calcolati sono stati di 84,6 m), ha tuttavia – sottolinea AutoBild – ottenuto un giudizio finale “non raccomandato” a causa di una tendenza al sottosterzo e all’allungamento degli spazi di frenata sulla neve.

Michelin CrossClimate +. “Ottimo rapporto qualità-prezzo”, porta in dote “Bassa resistenza al rotolamento” ed una elevata resa chilometrica. Gli spazi di frenata da 00 km/h a 0 calcolati sono stati di, rispettivamente, 48,1 m (asfalto bagnato) e 40,8 m (asfalto asciutto), per un totale di 88,9 m, il che lo porta al secondo posto nel test sulla frenata. Riscontrate, tuttavia, alcune “debolezze” nelle prove di aquaplaning in curva e su fondo innevato.

Goodyear Vector 4Season Gen-2. Ecco il vincitore, secondo la comparativa del settimanale tedesco: gommatura “polivalente”, sebbene non abbia offerto le performance migliori del lotto riguardo agli spazi di arresto da 100 km/h su fondo bagnato e asciutto (rispettivamente 46,2 m e 44,6 m, per un totale di 90,8 m: valori che in ogni caso gli hanno dato pieno diritto di essere sottoposto al test completo), una volta ammesso alle altre prove ha messo in evidenza eccellenti prestazioni in qualsiasi condizione di impiego: preciso e “pronto alla risposta” su neve ed asfalto asciutto, offre buona resistenza all’aquaplaning ed un adeguato comfort di guida. “Costa un po’” osserva AutoBild, tuttavia ciò torva giustificazione in termini di qualità e durata.

Hankook Kinergy 4S². Buone prestazioni per la nuova gommatura “4 stagioni” di Hankook, che supera l’esame preliminare di frenata mettendo a segno 47,8 m (fondo bagnato) e 43,1 m (asciutto) di arresto da 100 km/h a 0. Offre una buona resistenza all’aquaplaning, seppure rivela qualche piccola debolezza sulla neve ed in materia di resa chilometrica, mediamente più bassa rispetto alle gomme concorrenti.

Continental AllSeasonContact. È il secondo pneumatico “eccellente” secondo il test tedesco: molto buono nella frenata su fondo bagnato (48,6 m) ed asciutto (43,4 m), ha fornito una “Ottima resistenza” all’aquaplaning ed una elevata resa chilometrica. Proprio le performance riscontrate su asfalto asciutto, giudicate “medie”, hanno impedito all’AllSeasonContact di aggiudicarsi la prima posizione.

Complessivamente, secondo la prova comparativa tedesca, al primo posto c’è Goodyear Vector 4Seasons Gen-2; seguono, nell’ordine, Continental AllSeasonContact, Nokian Weatherproof (giudicato molto buono in condizioni di neve e ghiaccio ed in possesso di una buona resistenza all’aquaplaning, tuttavia un po’ meno efficace sul bagnato ed in termini di resa chilometrica); Michelin CrossClimate + ed Hankook Kinergy 4S2. Dalla sesta alla decima posizione (le riportiamo per completezza) troviamo, nell’ordine, Falken EuroAll Season AS210, Vredestein Quatrac 5, Nexen N’blue 4 Season, Pirelli Cinturato All Season Plus e Bridgestone Weather Control A005.

Le principali differenze fra pneumatici 4 stagioni ed invernali

Per concludere, riprendiamo brevemente, riassumendole, le caratteristiche degli pneumatici 4 stagioni in parallelo agli pneumatici invernali (di conseguenza, sono da tenere presente le diversità fra gomme “all season” e gommature estive). Tenendo sempre presente che ogni pneumatico offre prestazioni diverse in base alla propria mescola, al disegno del battistrada ed in funzione delle condizioni climatiche e delle caratteristiche della vettura, in genere gli pneumatici 4 stagioni offrono una adeguata aderenza su qualsiasi situazione del fondo stradale, risultano ideali per chi percorra bassi chilometraggi annui, e consentono la circolazione in qualunque stagione (rispettando il Codice della Strada). Mentre le gomme invernali danno il meglio di se nei mesi più freddi, comunque quando la temperatura esterna è al di sotto di 7°C, e sono particolarmente indicate in caso di pioggia, neve e fango (da cui la loro denominazione M+S, ovvero “Mud and Snow”). È in ogni caso assodato che in condizioni di asfalto asciutto le gomme 4 stagioni siano in grado di registrare valori equivalenti a quelli delle gomme estive. Un buon compromesso, appunto.

Pirelli Cinturato All Season a Taormina Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Fiat Panda Trussardi: intervista a Olivier Francois

Altri contenuti