Coronavirus: sanificazione moto e scooter, i consigli per la pulizia

Ecco alcuni pratici suggerimenti per sanificare un veicolo a due ruote con l’obiettivo di garantire la massima sicurezza ed igiene.

Con l’inizio della Fase 2 studiata dalle autorità per arginare l’emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus, le concessionarie di moto e scooter hanno avuto finalmente il via libera per ripartire, ovviamente rispettando i numerosi e complessi protocolli di sicurezza obbligatori, tra cui quelli relativi alla sanificazione dei veicoli.

Quest’ultima risulta di fondamentale importanza per prevenire un eventuale contagio da Coronavirus ed è per questo motivo vi presentiamo una rapida guida che spiega in modo semplice ed efficace tutti i vari passaggi per eseguire correttamente questo tipo di operazione.

Le superfici da pulire

Prima di iniziare la sanificazione di uno scooter o di una moto è importante indossare una mascherina e una coppia di guanti monouso. Una volta prese le necessarie precauzioni si può procedere con la pulizia del mezzo utilizzando prodotti specifici su tutte quelle zone con cui veniamo a contatto in maniera più frequente, come ad esempio:

  • Manopole
  • Leve freno e frizione
  • Tappetini
  • Sella
  • Chiavi
  • Bauletto
  • Vano sottosella
  • Maniglie passeggero

Quali prodotti usare?

Per ottenere un egregio risultato ovviamente risulta necessario utilizzare prodotti di qualità che assolvano al meglio il compito richiesto. I prodotti per la pulizia degli interni delle auto si prestano molto bene a questo tipo di sanificazione, soprattutto se contengono dell’alcol, capace di eliminare qualsiasi tipo di batterio. Un’altra soluzione sono gli spray che contengono etanolo, cloro o candeggina.

Bisogna però prestare molta attenzione quando si utilizzano prodotti a base di cloro o candeggina perché se non sono studiati appositamente per la pulizia dei materiali plastici potrebbero rovinarli irrimediabilmente. Lo stesso discorso vale per prodotti per la pulizia dei vetri perché contengono un’alta concentrazione di ammoniaca che potrebbe danneggiare i materiali vinilici. Se non è possibile utilizzare prodotti idonei a questo tipo di pulizia sarà meglio utilizzare esclusivamente dell’acqua e del sapone, il tutto aiutati da rotoli di carta da cucina usa e getta.

I Video di Motori.it

Yamaha Tracer 700: le caratteristiche

Altri contenuti