LED – Light Emitting Diode

Cos’è il LED

L’acronimo inglese LED identifica un diodo capace di emettere impulsi luminosi quando è attraversato da corrente elettrica in bassa tensione. Sono un particolare tipo di diodi a giunzione p-n, costituiti da un sottile strato di materiale semiconduttore. Quando vengono sottoposti ad una tensione diretta per ridurre la barriera di potenziale della giunzione, gli elettroni della banda di conduzione del semiconduttore si ricombinano con le lacune della banda di valenza rilasciando energia sufficiente sotto forma di fotoni. A causa dello spessore ridotto del chip un ragionevole numero di questi fotoni può abbandonarlo ed essere emesso come luce ovvero fotoni ottici.

LED: applicazioni per l’auto

In campo automobilistico i LED sono utilizzati principalmente per i gruppi ottici: a partire dagli anni Duemila hanno cominciato ad essere impiegati per gli indicatori di direzione, per i fari posteriori, e per le luci diurne affiancati ai classici proiettori. Sono apprezzati per la lunga durata e per il basso consumo sia rispetto ai proiettori con lampade alogene sia ai proiettori allo xeno.

Negli ultimi anni stanno stanno diventando sempre più diffusi i gruppi ottici full-LED (che hanno fatto il loro debutto nel 2007 sulla Audi R8), ossia composti interamente da LED. Si tratta di fari in cui tutte le funzioni di illuminazione anteriore (anabbaglianti, abbaglianti, indicatori di direzione, luci diurne e luci di posizione) sono realizzate con tecnologia a LED. Tra i vantaggi di questa soluzione c’è il colore della luce emessa (“temperatura” del colore), che risulta molto simile al colore della luce diurna: grazie a questa caratteristica l’occhio umano distingue meglio i contrasti e percepisce la strada con colori naturali.

Fonte:
Altre voci di glossario Mostra tutto