Coppia motrice

La coppia motrice è il momento meccanico applicato dal motore alla trasmissione, ovvero la forza generata dai pistoni in fase di espansione moltiplicata per il braccio di manovella. La coppia varia in base al regime di rotazione: il valore che viene di solito dichiarato dai costruttori è il valore di coppia massima. La coppia motrice è usata per ricavare la potenza del motore attraverso una formula fisica che utilizza il valore di coppia insieme a quello di rotazione a cui viene misurato.

Coppia motrice e potenza in motori diesel e benzina

A parità di cilindrata i motori diesel, per le loro caratteristiche intrinseche, presentano valori di coppia massima superiori rispetto ai motori a benzina, ma valori di rotazione inferiori (per questo i diesel hanno una potenza massima minore rispetto ai propulsori a benzina). Inoltre, a parità di potenza massima, i propulsori con un’elevata coppia a bassi regimi (appunto diesel o motori sovralimentati) vantano una ripresa migliore perché iniziano a generare una buona coppia “prima”, cioè sviluppano una potenza elevata ad un numero di giri basso.

Come misurare la coppia motore

Per determinare la coppia di un motore, esso viene messo su un banco-prova e, variando la velocità di rotazione, vengono rilevati i valori di coppia per un determinato numero di giri motore; riportando questi dati su un grafico, si ottiene la curva di coppia. I valori di coppia sono espressi in Nm (newtonmetro o Newton per metro, N•m) che è l’unità di misura adottata dal Sistema Internazionale oppure in kgm (chilogrammetro; un kgm è pari a 9,81 Nm).

Fonte:
Altre voci di glossario Mostra tutto