Attrito

L’attrito è una forza dissipativa che si manifesta tra due superfici a contatto e che si oppone al loro moto; è originata dalle forze di adesione e coesione tra di esse. Quando le due superfici sono in moto relativo tra loro si parla di attrito dinamico. In campo automobilistico è fondamentale: grazie ad esso, ad esempio, gli pneumatici riescono a trasferire al suolo la coppia-motrice sviluppata dal motore, permettendo al veicolo di muoversi.

Attrito: funzionamento

Il rotolamento delle ruote dell’auto è infatti possibile grazie alla presenza di attrito radente statico tra il pneumatico e il fondo stradale; se questo attrito non ci fosse o fosse molto ridotto (come su un fondo ghiacciato) la ruota scivolerebbe senza compiere la sua rotazione. L’intensità dell’attrito è legata alla qualità dei materiali delle due superfici, alla rugosità superficiale e alla pressione che le tiene in contatto.

Applicazioni della forza di attrito

Per quanto riguarda le applicazioni legate all’auto, l’attrito gioca un ruolo fondamentale nella progettazione degli pneumatici, in particolare della mescola. In questi ultimi anni, infatti, si stanno rapidamente diffondendo sulle auto di serie pneumatici con bassa resistenza al rotolamento, pensati specificamente per ridurre i consumi delle vetture su cui vengono montati.

Fonte:
Altre voci di glossario Mostra tutto