Roma Motodays: Fogarty taglia il nastro dell’undicesima edizione

L’undicesima edizione del Roma Motodays è iniziata col taglio del nastro da parte di Carl Fogarty, quattro volte campione del mondo di Superbike.

Roma Motodays: Fogarty taglia il nastro dell'undicesima edizione

di Tommaso Giacomelli

08 Marzo 2019

E’ iniziata l’undicesima edizione di Roma Motodays presso Fiera Roma, l’importante rassegna dedicata alle due ruote, moto e scooter. Negli anni la sua crescita è stata esponenziale, sempre più appassionati e amanti del genere si sono recati a questa kermesse che è divenuta una dei punti di riferimento per tutto il centro-sud dell’Italia. Dal 7 al 10 marzo si terranno aperti i battenti per un evento in cui sarà possibile immergersi a 360 gradi nel mondo delle moto, osservando le nuove creazioni che le Case hanno portato, provando in strada gli ultimi modelli tramite i Riding Experience e aumentando le proprie conoscenze frequentando i vari eventi collaterali organizzati.

A tagliare il nastro per l’apertura delle danze ci ha pensato Carl Fogarty, quattro volte campione del mondo di Superbike, e amato in modo smisurato dai tantissimi fans italiani. Queste sono le parole del pluricampione inglese: “Amo l’Italia, un Paese a cui sono molto legato tramite la Ducati. Essere qui è una sensazione bellissima, apprezzo il calore della gente che ancora si ricorda di me e delle mie vittorie. Si respira un’aria particolare in mezzo a tanti appassionati che amano le due ruote”. L’ex pilota ha anche parlato del campionato che lo ha reso famoso in tutto il mondo: “Sono stato critico in passato ma finalmente mi diverto a vedere il mondiale, ritengo azzeccata la nuova formula introdotta nel 2019 con tre gare a week end. Siamo sulla strada giusta per rendere la Superbike una categoria sempre più spettacolare e competitiva”.

Pietro Piccinettiamministrazione unico di Fiera Roma, ha spiegato quanto sia importante questa rassegna dedicata alle due ruote, specie per una città così affollata di moto e scooter: “Roma Motodays ha un significato estremamente importante per la nostra città che, con un territorio di 1.287 kmq e un’estensione pari a otto città italiane, conta ogni giorno sulle proprie strade oltre 395.000 motocicli circolanti. Abbiamo lavorato per arricchire il programma di contenuti, dando un grande impulso a quella che è diventata la borsa internazionale del turismo in moto più importante in Italia, all’interno di una delle manifestazioni più significative del nostro polo fieristico. La manifestazione da sempre rappresenta un punto di riferimento per la mobilità sostenibile, e quest’anno lo è ancor di più, lanciando nuove sfide, dalla green mobility alla bike economy, e rivolgendo grande attenzione alla sicurezza stradale, grazie anche al contributo che in questa edizione apporterà ANAS, presentando le proprie innovazioni tecnologiche per la sicurezza stradale”.

Presente anche il cantante Max Gazzè, grande appassionato di motori, che ha presentato la moto della Brus Industry, modello totalmente artigianale costruita per lui da Claudio Bruscolini: “Si tratta di un’opera d’arte, una creazione elegante e funzionale, una vera eccellenza dell’artigianato italiano” ha commentato. “Da sempre vado in giro sulle due ruote e l’idea di realizzare una moto del genere mi ha subito esaltato. È servito un anno di lavoro ma siamo entusiasti del risultato, studiato sul mio stile di guida. Salire a bordo mi fa vivere quel senso di libertà tipico degli spostamenti in moto, alimenta ogni volta il mio amore per le due ruote trasmettendomi la continua percezione dell’istante”.

Giovanni Copioli, presidente di Federmoto, non poteva mancare e dare il proprio supporto a un evento così importante per il setttore: “Siamo entusiasti di essere a Roma Motodays, una manifestazione con cui vi è ampia collaborazione. Fino a domenica organizzeremo diverse attività e iniziative di ogni genere: educazione e sicurezza stradale, mototurismo, moto d’epoca e sport. Roma Motodays è in continua crescere, lo potranno verificare gli appassionati che quest’anno avranno modo di divertirsi. Fino a domenica vivremo una entusiasmante quattro giorni di motociclismo”.