Lancia Rally 037 e Miki Biasion: binomio protagonista ad “Amiki Miei”

L’evento organizzato questo weekend dal due volte campione mondiale vede la presenza di FCA Heritage con una Lancia Rally 037 “stradale”, modello che nel 1983 permise a Biasion di vincere i titoli europeo ed italiano.

Lancia Rally 037 e Miki Biasion: binomio protagonista ad “Amiki Miei”

di Francesco Giorgi

09 settembre 2018

Cinquant’anni fa esatti, la nascita (7 gennaio 1958); “quasi” quarant’anni fa (fine marzo 1979) il debutto agonistico (Rally Città di Modena 1979), già con l’inseparabile Tiziano Siviero sul sedile di destra. E trent’anni fa la conquista del primo titolo mondiale, ottenuto nel 1988 al volante della Lancia Delta Integrale già allora nel cuore degli enthusiast: un alloro iridato cui seguì il bis nella stagione successiva. Questa è, in una manciata di parole, la carriera agonistica di Miki Biasion, il bi-campione del mondo bassanese che da alcuni anni organizza “Amiki Miei”, raduno internazionale dedicato alla storia del marchio Lancia e, con il tempo, divenuto un appuntamento di primo piano fra appassionati.

La premessa serve per inquadrare una delle fasi cruciali nella carriera agonistica di Miki Biasion: dopo i primi successi maturati sotto l’ala del leggendario Virgilio Conrero (Opel Ascona SR gruppo 2 ed Ascona 400 gruppo 4), il bassanese approdò in Corso Marche, ad infoltire le fila dei driver ai quali nel 1983 sarebbe stata affidata la Lancia Rally 037, primo modello di gruppo B per il marchio torinese che aveva debuttato in gara l’anno precedente. Proprio al volante della 037 nella livrea Totip, Biasion e Siviero si laurearono campioni europei 1983: un’annata-schiacciasassi per il duo veneto e la “Rally” Totip, confermata da un inequivocabile ruolino di marcia (undici vittorie assolute su dodici gare disputate, e contestualmente la vittoria nel Campionato Italiano).

La Lancia Rally 037 è stato, quindi, centrale nell’escalation sportiva di Miki Biasion: e quest’anno, al raduno “Amiki Miei” in programma sabato 8 e domenica 9 settembre, se ne celebra l’eterno appeal nei confronti dei tifosi. Il meeting di Bassano del Grappa, riservato ai modelli Lancia storici prodotti fino al 1994, si articola su raduni, concorsi di “eleganza” e di “sportività”; e, in questa edizione 2018, viene sottolineato dal supporto di FCA Heritage (la Divisione di Fiat-Chrysler Automobiles dedicata alla valorizzazione del patrimonio storico dell’azienda), presente all’evento con un prezioso esemplare di Lancia Rally 037, in configurazione “stradale” (uno dei 200 a suo tempo prodotti per ottenere l’omologazione in gruppo B): un modello che, recentemente, ha fatto sgranare gli occhi anche ad una “vecchia volpe” (e ben noto per la sua severità nei giudizi, talvolta tranchant, in più occasioni affibbiati a vetture tanto recenti quanto d’epoca) come Jeremy Clarkson, che lo scorso inverno, in una puntata del suo “The Grand Tour”, ne ha effettuato una personale presa di contatto, dichiarandosi alla fine “Entusiasta” della “berlinetta” Lancia made in Abarth.

In versione-corsa, Lancia Rally 037 (concepita all’inizio degli anni 80 per sostituire la gloriosa quanto “datata” Fiat 131 Abarth gruppo 4) venne progettata sulla cellula centrale di Lancia Beta Montecarlo, alla quale i tecnici di Corso Marche unirono un traliccio anteriore ed uno posteriore. La carrozzeria venne disegnata da Pininfarina.  Il motore, il bialbero Fiat di 2 litri a 16 valvole sovralimentato con compressore volumetrico, fu progettato in Abarth e collocato longitudinalmente in posizione centrale. Il debutto agonistico avvenne al Rally Costa Smeralda 1982; nonostante l’”offensiva” tedesca rappresentata da Audi Quattro, la piccola coupé a due sole ruote motrici (che in configurazione-gara arrivò ad erogare 310 CV) si aggiudicò nel 1983 il Campionato del Mondo (memorabile la vittoria nella gara di apertura della stagione, il Rally Monte Carlo conquistato da Walter Rohrl), quello Europeo e quello Italiano: un “tris” di successi che Miki Biasion ed FCA Heritage omaggiano ad “Amiki Miei” di questo weekend.

Tutto su: Lancia