Salone di Los Angeles 2017: le novità

All’LA Convention Center si apre l’edizione 2017 del Salone di Los Angeles: ecco le principali new entry americane, orientali ed europee.

Salone di Los Angeles 2017: le novità

di Francesco Giorgi

01 Dicembre 2017

Dalla “A” alla “V”: da Aria, la inedita hypercar ibrida da 1.000 CV, a Volvo (l’altrettanto nuova XC40): sono le novità in esposizione al Salone di Los Angeles 2017, che apre oggi al pubblico per concludersi domenica 10 dicembre. La rassegna all’LA Convention Center che, insieme al Motor Show di Bologna in programma da domani e per tutta la prossima settimana, conclude il 2017 delle principali kermesse dedicate alle novità automotive, mette in evidenza un ampio ventaglio di “new entry”. Ecco le principali.

Aria FXE. Una hypercar a propulsione ibrida, attualmente in fase di allestimento: le consegne avverranno da fine 2019. Sarà a tiratura limitata (non più di 400 unità) e ad un prezzo che si aggira sul milione di dollari. Ecco, in estrema sintesi, la carta d’identità di FXE, coupé “estrema” sviluppata dalla design factory americana Aria Group, che fa bella mostra di se al Salone di Los Angeles. Telaio in fibra di carbonio, componentistica in titanio prodotta per mezzo di un procedimento di stampa 3D e, dietro alla cellula abitacolo, l’abbinamento fra un V8 aspirato da 6,2 litri (720 CV) e due motori elettrici da 540 CV complessivi. La potenza del modulo ibrido di Aria FXE è nell’ordine di 1.150 CV e oltre 1.780 Nm di coppia massima.

Audi. Ad un paio di settimane dalla presentazione ufficiale, avvenuta presso l’Audi Design Center, il marchio di Ingolstadt sbarca a Los Angeles con la A7 Sportback: il debutto è previsto all’inizio dell’anno in Germania. Sotto il cofano, la novuità dei Quattro Anelli porta in dote l’unità “mild hybrid” mHEV con circuito parallelo a 48V e motore termico 3.0 V6 TFSI da 340 CV.

Bmw. Il marchio bavarese si presenta “in forze” al Salone di Los Angeles: sotto i riflettori del proprio stand all’LA Convention Center, Bmw espone in anteprima M3 CS, versione “a tiratura limitata” che sarà disponibile negli Usa a partire dalla primavera 2018, la lineup “X” (ovvero X1, X3, X4, X5, X6 ed X7 iPerformance Concept) e la gamma “i”, dalla iVision Dynamics Concept svelata lo scorso settembre a Francoforte alle nuove i3 e i3s, fino alle inedite i8 Coupé 2018 e nuova Roadster. Al debutto per gli Stati Uniti anche M5 e Serie 6 GT. Sul fronte MINI, da segnalare l’arrivo a Los Angeles di Mini Electric Concept, che aveva suscitato un notevole interesse al Salone di Francoforte.

Chevrolet. Occhi puntati sulla declinazione “en plein air” della supercoupé Chevrolet più potente di sempre: la Corvette ZR1 Convertible che debutta in anteprima al Salone di Los Angeles 2017 – e sembra fatta apposta per le assolate highway della West Coast – sprigiona 755 CV e una coppia “monstre” di 969 Nm dall’unità V8 LT5 sovralimentata. Rispetto alla corrispondente versione Coupé (anch’essa in esposizione all’LA Convention Center), la nuova “Convertible” viene modificata negli attacchi delle cinture di sicurezza e “ovviamente” al tetto, sostituito da una capote in tela azionabile anche da remoto.

Jaguar. Definita “La berlina a quattro porte più veloce del mondo” dai tecnici SVO-Special Vehcile Operations del marchio di Coventry che ne hanno curato lo sviluppo, la sorprendente Jaguar XE SV Project 8 fa la propria comparsa al Salone di Los Angeles. Già protagonista di un giro da record (per la propria categoria) al Nurburgring, nel quale ha “staccato” un tempo di 7’21”2, XE SV Project 8 da 600 CV verrà allestita in 300 unità, con prezzi a partire da 170.000 euro. In esposizione anche I-Pace Concept con relativa variante-pronto corsa i-Pace eTrophy.

Jeep. L’attenzione dei visitatori al Salone di Los Angeles 2017, allo stand Jeep, è tutta per la quarta generazione di Wrangler: il fuoristrada-simbolo del marchio oggi nell’orbita FCA fa il proprio debutto all’LA Convention Center. Rinnovato tuttavia fedele all’eterna immagine “senza fronzoli” che da sempre contraddistingue i veicoli fuoristrada duri e puri, Jeep Wrangler 2018 viene declinata nelle versioni tre e cinque porte (Unlimited) e  negli allestimenti Sport, Rubicon e Sahara (questi ultimi due provvisti di fanaleria e fendinebbia a Led). Da segnalare, fra la dotazione a richiesta, il doppio hardtop e la capote in stoffa Sunrider con dispositivo Sky One Touch per l’apertura e la chiusura.

Hyundai. Al Salone di Los Angeles 2017, il marchio coreano svela l’edizione con specifiche USA del “medium-crossover” Kona, primo modello di una nuova lineup SUV e crossover che Hyundai ha in programma di portare al debutto oltreoceano entro il 2020. Sotto il cofano, la scelta viene affidata a due motorizzazioni: 2.0 da 147 CV oppure 1.6 turbo da 175 CV.

Infiniti. Al Salone di Los Angeles, fa il proprio debutto la seconda serie del “medium-SUV” alto di gamma Infiniti QX50: chiamato a sostenere un ambizioso ruolo di competitor nei confronti di Alfa Romeo Stelvio, Bmw X3, Audi Q5, Jaguar F-Pace, Mercedes GLC e Volvo XC60, il nuovo Infiniti QX50 viene equipaggiato con l’unità VC-T 2.0 a compressione variabile da 271 CV e 380 Nm di coppia massima, è declinato anche a trazione integrale, porta in dote la tecnologia 4Control (retrotreno direzionale) e il sistema ProPilot che assiste il conducente sul controllo di freni, sterzo e acceleratore.

Land Rover. Se Range Rover è, da quasi cinquant’anni, sinonimo di elevata cura nelle rifiniture (tanto da essere divenuta nel tempo uno “status symbol”), con la nuova SVAutobiography il marchio di Solihull raggiunge un nuovo livello superiore di immagine. La novità, esposta al Salone di Los Angeles sulla variante a passo lungo, propone sedili a 22 regolazioni con funzione massaggio “Hot Stone”, un sofisticato impianto multimediale Touch Pro Duo e, sotto il cofano, il modulo ibrido plug-in da 404 CV.

Lexus. Il marchio premium di Toyota espone all’LA Convention Center la nuova RX L e l’edizione aggiornata di LX570. Nel dettaglio, Lexus RX L rappresenta la variante “long wheelbase” di RX: offre al cliente la possibilità di allestire l’abitacolo in configurazione sei posti (due sedili singoli nella seconda fila per agevolare l’ingresso nella terza fila) oppure sette posti. Sotto il cofano, Lexus RX L viene equipaggiata, per i mercati di oltreoceano, con l’unità V6 3.5 aspirato VVT-i da 290 CV, oppure il propulsore “mild hybrid” da 308 CV nel quale l’unità elettrica è collegata al retrotreno. Per Lexus LX 570, al Salone di Los Angeles debutta la versione a cinque posti ad arricchire la lineup di modello che già contempla la più grande declinazione otto posti.

Lincoln. La nuova versione di MKX (SUV presentato al Salone di Detroit 2015) si chiama Nautilus: cambia nome, tuttavia rimane fedele all’impostazione alto di gamma che da sempre contraddistingue il marchio luxury di Ford. La nuova Lincoln Nautilus che debutta in anteprima al Salone di Los Angeles 2017 viene equipaggiata con l’unità 2.0 benzina turbo da 245 CV e con il V6 2.7 turbo da 335 CV.

Maserati. La novità del Tridente al Salone di Los Angeles 2017 è la serie speciale Nerissimo allestita per il SUV Levante e per la ammiraglia di gamma Maserati Quattroporte, e destinata ad arricchire la lineup di variante che aveva debuttato la scorsa primavera, al Salone di New York, con Maserati Ghibli Nerissimo. Le finiture mettono in evidenza dettagli “black chrome” alle modanature del corpo vettura, alle griglie ed ai terminali di scarico, cerchi in nero e una tinta carrozzeria “total black”. All’LA Convention Center, Maserati  espone in anteprima per gli USA la nuova gamma 2018 presentata al Salone di Francoforte: l’edizione-restyling di Ghibli (con l’ingresso per i mercati di oltreoceano delle motorizzazioni V6 da 430 CV), e gli aggiornamenti di Quattroporte, Levante, GranTurismo, GranCabrio.

Mercedes. La terza generazione di CLS rappresenta la novità di rilievo per la Stella a Tre Punte al Salone di Los Angeles 2017; ad arricchirne l’immagine, Mercedes espone la incredibile “Project One” da oltre 1.000 CV sviluppata in partnership con Amg, oltre a GLC F-Cell (modello di pre-serie della prima vettura ibrida plug-in a celle di combustibile per Stoccarda) e la nuova Mercedes-Amg Gt4 le cui consegne sono previste a partire dalle prossime settimane.

Nissan. Il “baby-SUV” Kicks, specifico per i mercati del nord America, fa il proprio debutto in anteprima al Salone di Los Angeles: destinato ad arricchire la lineup USA del marchio giapponese che comprende Rogue e Rogue Sport, Murano, Pathfinder ed Armada, misura 4,29 m di lunghezza e costituisce una versione-produzione della concept Kicks svelata al Salone di San Paolo 2014. Per gli Stati Uniti, Nissan Kocks viene equipaggiata con l’unità 1.6 CVTCS a benzina da 125 CV con cambio automatico CVT XTronic. La trazione è anteriore.

Mazda. Un sostanziale upgrade per la ammiraglia del marchio di Hiroshima, che al Salone di Los Angeles 2017 si presenta rinnovata nel corpo vettura, nelle dotazioni di bordo e nelle motorizzazioni. Una nuova impronta definita al frontale, l’adozione dei fari a Led, nuove tinte carrozzeria e inediti cerchi in lega da 17” a 19” e un aggiornamento alla tecnologia SkyActiv-G (ora con sistema di disattivazione dei cilindri), nonché l’arrivo in gamma della nuova unità turbo da 2,5 litri per 250 CV sottolineano le novità a bordo di Mazda6 2018.

Porsche. Fra le novità di rilievo per il marchio di Zuffenhausen al Salone di Los Angeles 2017, sono da segnalare 718 Cayman e 718 Boxster in configurazione Gts (35 CV in più rispetto alle serie precedenti: in questo caso, la potenza sale a 365 CV e 430 Nm di coppia massima, per una velocità massima di 290 km/h e 4”1 da 0 a 100 km/h), e Panamera Turbo S E-Hybrid Sport Turismo, equipaggiata con il modulo ibrido plug-in che comprende l’unità 4.0 V8 biturbo in abbinamento con un motore elettrico da 136 CV, per una potenza complessiva di 680 CV e 850 Nm di coppia massima, un consumo (ciclo NEDC) nell’ordine di 3 litri di benzina per 100 km e un’autonomia di 49 km in modalità 100% elettrica.

Saleen. La factory americana conosciuta dagli appassionati per le proprie elaborazioni su base Ford (e, nel motorsport, per i successi nelle competizioni ottenuti alcuni anni fa), presenta al Salone di Los Angeles 2017 la inedita S1: una “baby-coupé” allestita su un telaio interamente in alluminio e dal corpo vettura in fibra di carbonio. La motorizzazione, contrariamente a quanto ipotizzato in precedenza, non è affidata a Ford: si tratta di un’unità da 2,5 litri per 450 CV di potenza realizzata “in casa” da Saleen.

Subaru. Il nuovo SUV “full-size” del marchio delle Pleiadi (5 m di lunghezza, 1,93 m di larghezza, 1,82 m di altezza, per una capacità di traino che sfiora 2.300 kg) debutta oltreoceano. Trazione integrale secondo il consueto schema Symmetrical All Wheel Drive di Subaru, motorizzazione 2.4 boxer a turbina TwinScroll per una potenza di 260 CV e 375 Nm di coppia massima, abbinato ad un cambio automatico LinearTronic CVT a modalità manuale, viene declinato su quattro allestimenti: Base, Premium, Limited e Touring.

Toyota. La novità di rilievo del colosso giapponese al Salone di Los Angeles 2017 è rappresentata dalla concept FT-AC, prototipo sviluppato come prefigurazione di come potrebbe diventare il futuro del segmento crossover improntato ad un’immagine marcatamente “loisirs”. Non a caso, la sigla della concept offroad di Toyota sta per Future Toyota Adventure Concept. Svelata quale ideale erede di Land Cruiser, Toyota FT-AC porta in dote una… doppia anima: contenuti hi-tech (dalle immancabili telecamere al posto degli specchi retrovisori esterni, al dispositivo infotainment provvisto di funzionalità di geolocalizzazione del veicolo e condivisione delle immagini scattate a bordo con gli altri utenti connessi) e peculiarità tipicamente offroad: elevata altezza da terra, sbalzi ridotti, cerchi da 20” su un sistema di trazione integrale con blocco differenziale centrale e Torque vectoring. Poco da dire riguardo all’impostazione powertrain: si parla di un’unità a benzina.

Volvo. Grande attesa, fra i visitatori all’LA Convention Center, per Volvo XC40, inedito “baby-SUV” presentato a Milano ad inizio autunno: XC40 rappresenta un primo modello chiamato a rinnovare l’immagine del marchio di Goteborg verso un tipo di clientela giovane.

Tutto su: Salone di Los Angeles 2018