Renault continua le sperimentazioni sull’elettrico

Parte da Utrecht la sperimentazione Renault sulla ricarica bidirezionale che prevede la realizzazione di 15 ZOE con questa tecnologia nel 2019.

Renault continua le sperimentazioni sull’elettrico

di Valerio Verdone

23 Marzo 2019

L’impegno del Gruppo Renault in merito ai veicoli elettrici è sottolineato da una serie di iniziative tra cui le prime sperimentazioni su larga scala della ricarica elettrica bidirezionale, si tratta di un processo dai costi ragionevoli visto che è possibile integrare il caricabatterie bidirezionale direttamente nei veicoli, per cui è necessario un semplice adattamento alle colonnine di ricarica esistenti.

Nello specifico, una flotta di 15 ZOE a ricarica bidirezionale sarà sviluppata nel corso del 2019 in Europa e le sperimentazioni iniziano da oggi a Utrecht (Paesi Bassi) in un ecosistema sviluppato da We Drive Solar e sull’Isola di Porto Santo (arcipelago di Madera in Portogallo) con Empresa de Electricidade da Madeira. Più avanti l’iniziativa arriverà anche in Francia, Germania, Svizzera, Svezia e Danimarca.

Entrando nel dettaglio, la ricarica bidirezionale modula il caricamento e lo scarico della batteria del veicolo elettrico in funzione delle esigenze dell’utente e dell’offerta di elettricità disponibile sulla rete. Così, la ricarica viene effettuata ai massimi livelli quando l’offerta di elettricità è più abbondante rispetto alle necessità degli utenti, ma l’aspetto interessante è che nei momenti di maggiore richiesta i veicoli possono trasmettere energia elettrica alla rete  comportandosi come unità di stoccaggio temporanee di energia.

Con questa iniziativa, il Gruppo Renault svolge pienamente il suo ruolo di leader della mobilità elettrica per tutti, nonché di protagonista della transizione energetica. La ricarica bidirezionale è una colonna portante degli ecosistemi elettrici intelligenti sviluppati dal Gruppo Renault. Abbiamo scelto una tecnologia a bordo che consente anche di ottimizzare il costo della colonnina di ricarica e, pertanto, di facilitare lo sviluppo su larga scala della mobilità elettrica”, annuncia Gilles Normand, Direttore Veicoli Elettrici del Gruppo Renault.  

Tutto su: Renault Zoe