Dal 1 ottobre stop ai diesel più inquinanti: 1,1 milioni di auto coinvolte

Le regioni interessate saranno Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto, ma con tempi e modalità differenti.

Da oggi, 1° ottobre 2018, scattano le misure anti smog frutto del “Nuovo accordo per la qualità dell’aria nel bacino padano”, stipulato tra le regioni Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto e il Ministero dell’Ambiente.

L’accordo prevede limitazioni alla circolazione delle automobili diesel e benzina più vecchie ed inquinanti per un totale di 1,1 milioni di vetture coinvolte. Il provvedimento sarà in vigore fino al prossimo 31 marzo, salvo eccezioni o prolungamenti, ed interesserà in un primo momento le regioni di Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto e successivamente del Piemonte. I Comuni interessati saranno quelli con più di 30mila abitanti, ma ogni regione avrà delle regole a sé stanti.

La Lombardia fermerà diesel fino a Euro 3 e le vetture a benzina fino a Euro 2 dalle 7.30 alle 19.30 dei giorni feriali. il blocco degli Euro 3 sarà escluso nelle giornate festive, anche se infrasettimanali. In Emilia Romagna si fermeranno le auto a benzina fino a Euro 1 comprese, mentre le diesel subiranno uno stop fino a Euro 4. L’orario dello stop dalle 8.30 alle 18.30 dei giorni feriali, a cui si aggiunge la prima domenica di ogni mese. Passando al Veneto scopriamo che lo stop riguarderà i diesel fino a Euro 3 e i benzina fino a Euro 1, nei giorni da lunedì a venerdì, in un orario compreso tra le 8.30 alle 18.30. In questa regione saranno però concesse molte eccezioni: potranno circolare tutte quelle persone che risultano impossibilitate a raggiungere il proprio posto di lavoro con mezzi pubblici, le auto guidate da automobilisti con un’età superiore ai 70 anni e i veicoli utilizzati per raggiungere una fermata del trasporto pubblico da casa. L’esenzione riguarda anche i residenti che hanno un Isee pari o inferiore ad un importo di 16.700 euro.

La Regione Piemonte ha invece fatto slittare di una settimana l’introduzione del provvedimento per ottenere il tempo necessario di inserire le nuove deroghe. Queste ultime saranno infatti a vantaggio di artigiani, ambulanti, oltre che per i residenti o lavoratori che risulteranno impossibilitati a raggiungere il proprio posto di lavoro con i mezzi pubblici. In questa regione lo stop per tutti i veicoli benzina e diesel Euro 0 sarà definitivo e varrà 24 ore al giorno e 365 giorni all’anno. Per quanto riguarda invece i diesel Euro 1 e Euro 2 lo stop varrà tutti i giorni dalle 8 alle 19 per un periodo di anno, mentre gli Euro 3 subiranno il blocco nella medesima fascia oraria, ma solo per un periodo di sei mesi, quindi fino al 31 marzo 2019.

I Video di Motori.it

Opel Corsa-e: arriva la versione elettrica

Altri contenuti