Tesla Model 3, in arrivo le versioni dual motor e Performance

Doveva essere un’auto elettrica low cost, ma in realtà le versione top di gamma della Tesla Model 3 sfonderanno quota 80mila dollari.

Dopo aver consegnato nella fase di lancio le prime versioni entry-level dell’attesa Tesla Model 3 – annunciata come la prima vera vettura elettrica low-cost – ad un prezzo di 35mila dollari, Elon Musk ha svelato i prezzi di listino dell’intera gamma del modello a trazione elettrica, capaci di raggiungere i 78mila dollari. Si tratta di un prezzo decisamente elevato che purtroppo non comprende nemmeno la richiestissima funzione Autopilot, ovvero la guida semi-automatica.

L’annuncio di Musk è stato fatto seguendo l’ormai classico stile dell’eclettico imprenditore sudafricano, ovvero via Twitter, dove il patron Tesla ha snocciolato dettagli e prezzi delle varianti dual motor e Performance della Model 3. A luglio dovrebbe quindi arrivare la Model 3 in versione dual motor, dotata quindi di due motori elettrici collegati rispettivamente sui due assi in modo di fornire quattro ruote motrici, invece di due della versione base, ed in grado di permettere un’accelerazione da 0 a 60 miglia orarie (96 km/h) in 4,5 secondi. Questa variante dovrebbe vantare un supplemento sul listino di 5mila dollari rispetto alla versione con sole 2 ruote motrici. La Model 3 in questa configurazione e con batteria potenziata per fornire un’autonomia di circa 500 km verrà proposta ad un prezzo di 44mila dollari che però non comprende il richiestissimo sistema di guida semi-autonoma autopilot e altri accessori.

Se si desiderano prestazioni anche più elevate si potrà optare per la Model 3 Performance, capace di bruciare lo scatto da 0 a 100 km/h in circa 3,5 secondi e di raggiungere i 250 km/h di velocità massima, mentre l’autonomia risulta sempre di circa 500 km. La versione Performance verrà offerta ad un prezzo di 78mila euro, più o meno come una Bmw M3, ma rispetto a quest’ultima dovrebbe essere più godibile, secondo le parole enunciate dallo stesso Musk. Anche su questa versione l’autopilot sarà disponibile solo come optional a pagamento, mentre la dotazione offerta di serie comprenderà tra le altre cose cerchi in lega da 20 pollici, spoiler in fibra di carbonio e altri dettagli dal carattere sportivo.

Con questo listino, la Model 3 si presenta tutt’altro che come una vettura elettrica “popolare”, raggiungendo gli standard premium delle sorelle Model X e Model S. Secondo gli analisti, la versione da 35mila dollari sarà estremamente rara, considerando anche che chi l’aveva prenotata con largo anticipo ha cambiato idea optando per la versione da 44mila dollari equipaggiata con batteria potenziata rispetto a quella da sole 220 miglia di autonomia.

Tesla Model 3: le immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti