Renault pioniera della mobilità ecosostenibile

Il costruttore d’oltralpe mette in campo tutte le proprie forze per lo sviluppo e la diffusione della mobilità elettrica grazie all’introduzione di nuovi veicoli e tecnologie.

Il primo ePrix del Campionato FIA di Formula E che si è svolto nella città di Roma lo scorso sabato 14 aprile è stato per Renault un’importante occasione per mostrare la sua visione di mobilità del futuro. La Casa del Rombo può vantare di essere il primo costruttore automobilistico europeo ad aver creduto ed investito nei veicoli 100% elettrici, dimostrando la capacità del colosso francese di proporre soluzioni innovative e in rottura con il passato capaci di portare un vero e tangibile progresso nel settore automotive mondiale. Questo tipo di tecnologie “green” sono state introdotte sia nei veicoli di serie che nelle competizioni di motorsport.

In questo ultimo campo, l’impegno di Renault è stato profuso nella già citata competizione della Formula E che vede gareggiare velocissime monoposto elettriche. In questo sport motoristico a zero emissioni troviamo il team Renault e.dams, in grado di conquistare ben tre titoli in questa giovane, ma già popolarissima competizione automobilistica. L’impegno di Renault in questa competizione ecosostenibile, sia come partner tecnico che come title sponsor della squadra francese, permette di trasferire l’importante know how tecnologico accumulato anche nelle vetture di serie, con lo scopo di diffondere la mobilità elettrica nelle nostre città sempre più inquinate e congestionate.

La mobilità elettrica semplice e accessibile di Renault viene rappresentata da una gamma di veicoli a zero emissioni di cui fanno parte ben 4 modelli. L’offerta si apre con il quadriciclo Twizy, declinato anche nella variante “Cargo” studiata per le piccole consegne urbane. La proposta continua con la due volumi di segmento “C”, Renualt ZOE, che si presenta come l’auto elettrica più venduta in Europa, (disponibile anche in versione Van) capace di offrire un’autonomia record pari a 300 km WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure). L’offerta si chiude infine con i veicoli commerciali Kangoo Z.E. e Master Z.E.: il primo può vantare di essere il veicolo commerciale più venduta in Europa nel suo segmento, mentre il Master, fresco di presentazione, punta a diventare il leader nelle consegne dell’ultimo miglio nei centri urbani.

Per una maggiore e più capillare diffusione dei veicoli elettrici, la Casa d’oltre alpe sta lavorando insieme a numerosi partner allo sviluppo di nuove e più efficienti infrastrutture di ricarica in grado di aumentare in odo esponenziale l’autonomia delle auto a trazione elettrica. Tra questo troviamo il progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries) che prevede la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica veloce per veicoli elettrici lungo le principali strade ed autostrade in Italia e Austria. Delle 200 stazioni di ricarica veloce “multi-standard” che verranno installate, ben 20 saranno realizzate in Italia da Enel.

Un altro progetto sostenuto da Renault ed Enel prende il nome di E-VIA FLEX-E ed avrà lo scopo di sperimentare la ricarica ad alta potenza, attraverso l’installazione in autostrade e superstrade di 14 stazioni di ricarica rapida tra 150 kW e 350 kW nei paesi di Italia, Francia e Spagna.

Renault Captur RS Line 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Renault: la gamma elettrica 2021

Altri contenuti