Skoda Vision X: debutta il sistema ibrido a metano

La Skoda Vision X sarà la prima vettura a combinare un propulsore alimentato a metano con un piccolo motore abbinato ad una batteria.

Skoda si prepara a rivoluzione il mondo vetture ecosostenibili grazie alla Vision X, prototipo di SUV compatto e prima automobile al mondo a poter vantare uno schema ibrido che abbina un motore elettrico ad un’unità alimentata a metano. Quest’ultima è rappresentata dal 1.5 litri TSI da 130 CV che sfrutta bombole a metano posizionate sotto il divano posteriore e dietro le ruote posteriori. L’unità elettrica è invece collegata soltanto all’asse posteriore offrendo così una trazione integrale, mentre risulta alimentata da una batteria a litio collegata alla rete elettrica supplementare da 48 volt.

Secondo i dati diramati dalla Casa ceca, la Vision X offrirà emissioni inquinanti nel ciclo misto di appena 89 g/km di CO2, a fronte di prestazioni brillanti riassumibili con uno scatto da 0 a 100 km/h effettuato in 9,3 secondi. L’autonomia combinata offerta dall’auto dovrebbe superare i 650 km.

Pronta a debuttare sotto i riflettori dell’imminente Salone di Ginevra 2018 (8-18 marzo), la concept è stata ultimamente anticipata da una nuova immagine teaser che immortala la firma luminosa della vettura che risulta composta da due livelli (sopra luci diurne e sotto gli abbaglianti) e viene separata da una generosa mascherina cromata che si ispira a quella vista anche sulle recenti Karoq e Kodiaq. La versione di serie della Skoda Vision X verrà probabilmente commercializzata nel corso del prossimo anno.

Skoda Karoq 2022: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti