Enel: installate le prime 30 colonnine del progetto EVA+

Enel in seguito al progetto EVA+ ha provveduto alla realizzazione delle prime 30 colonnine di ricarica veloci per i veicoli elettrici su strade extraurbane.

Il lavoro per rendere l’Italia più all’avanguardia, migliorando le infrastrutture per rendere possibile, in maggior misura, l’utilizzo delle vetture elettriche è partito. Enel in seguito al progetto EVA+ ha fatto esordire in data primo ottobre 2017 ben 30 colonnine per la ricarica veloce per i veicoli elettrici, sulle strade a lunga percorrenza. Le prime 20 sono infrastrutture Fast Recharge figlie del progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries) a mentre le ulteriori 10, sono nate per potenziare maggiormente la rete di ricarica veloce su tratta extraurbana.

EVA+ è il progetto di mobilità elettrica che prevede l’installazione, nel corso dei prossimi tre anni, di 200 colonnine di ricarica veloce, lungo le tratte extraurbane. Ben 180 verranno realizzate in Italia e le altre 20 in Austria. Il programma è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito di “Connecting Europe Facility”, che vede la collaborazione di Enel, in qualità di coordinatore, e di Verbund (principale utility austriaca) coadiuvati da alcuni tra i maggiori produttori di veicoli elettrici a livello mondiale come Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia (rappresentata dalle marche Volkswagen e Audi).

Per merito di EVA+ nasce la prima rete di ricarica che consentirà di utilizzare i veicoli elettrici fuori città, mentre fino ad adesso si è sempre parlato di un utilizzo per lo più urbano. Queste nuove colonnine sviluppate da Enel consentono di avere un pieno di energia in meno di 20 minuti, e sono compatibili con tutti i veicoli elettrici in commercio e nel rispetto dei più alti standard di sicurezza. In questo momento è stata “elettrificata” la tratta Roma-Milano, con una infrastruttura di ricarica ogni 60 km circa. I 30 punti di ricarica si trovano principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali per consentirne l’uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani. Nel dettaglio, i Comuni che hanno aderito a EVA+ offrendo aree pubbliche nei pressi delle uscite autostradali sono: Barberino del Mugello, Firenze, Orvieto, Cassino, Tortona, Trivolzio, Vicolungo, Carpi, Albisola Superiore, Ronco Scrivia, Sant’Ilario d’Enza, Terranova Bracciolini.

Altri contenuti