Daimler: a Pechino un nuovo stabilimento di produzione batterie per auto elettriche

Progetto condotto dalla joint venture BBAC: si tratta del primo impianto al di fuori della Germania; per i vertici Daimler rappresenta un notevole passo in avanti verso lo sviluppo di una rete globale di tecnologie EV.

Daimler espande in Cina il proprio expertise nello sviluppo delle tecnologie funzionali alla propulsione elettrica: obiettivo dichiarato è l’ampliamento dei mercati congiunto alla realizzazione di una gamma di dieci modelli elettrici, da parte di Mercedes, entro il 2022. In queste ore, i vertici di Stoccarda comunicano il via all’edificazione di un nuovo impianto di produzione batterie per auto elettriche.

La nuova fabbrica, situata a Pechino, fa parte di un progetto condotto da Beijing Benz Automotive Co (BBAC), joint venture a capitali tedeschi e cinesi che si fonda sull’alleanza fra Daimler-Benz e BAIC Motor: la joint venture, in attività dal 2005, dal 2013 produce anche motori; nel 2016, oltre due terzi del monte-vendite Mercedes in Cina (Classe C, Classe E, GLA e GLC) deriva dalla produzione nello stabilimento BBAC di Pechino.

Dati alla mano, indica una nota diffusa dal Gruppo, l’operazione prevede uno stanziamento corrispondente a circa 655 milioni di euro, finalizzato alla produzione locale di batterie e veicoli a zero emissioni, che sarà avviata entro il 2020.

Il nuovo impianto cinese fa parte di un network globale di produzione batterie per Mercedes, nel quale Daimler-Benz investe, in totale, circa un miliardo di euro, e che finora conta sul complesso industriale di Kamenz (Sassonia), in attività dal 2010, nel quale una seconda fabbrica di produzione accumulatori per auto elettriche è attualmente in fase di realizzazione. In questo senso, le attuali tecnologie inserite nello sviluppo degli impianti sassoni saranno di supporto alle nuove linee di assemblaggio di Pechino.

Come detto, dal 2020 avrà inizio, nel nuovo impianto di Pechino, la produzione di veicoli elettrici: ciò potrebbe costituire un ulteriore boost al mantenimento del ruolo di leader, da parte della Cina, nella nuova mobilità elettrica: il Paese della Grande Muraglia è, attualmente, al primo posto su scala mondiale quanto a diffusione di veicoli a zero emissioni.

I “piani alti” del Gruppo Daimler-Benz intendono puntare sul mercato cinese fra le strategie industriali a medio-lungo termine: “Entro il 2025, la Cina possiederà una notevole incidenza sulle vendite dei nostri nuovi veicoli elettrici – anticipa Hubertus Troska, membro del CdA del Gruppo Daimler e responsabile della Divisione Greater China – per questo, la produzione locale sarà fondamentale per il successo della nostra nuova lineup EV e cruciale nei nuovi programmi di mercato che prevedono una sempre maggiore flessibbilità sulla domanda di auto elettriche”. Entro otto anni, si stima che la vendita di veicoli elettrici inciderà per il 15%-25% sul totale vendite Mercedes.

Mercedes Classe E Cabrio 2017 – via alla produzione: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mercedes Classe C 2021

Altri contenuti