Faraday Future: alla Pikes Peak con il prototipo elettrico FF91

Annunciata la partecipazione della startup californiana alla corsa in salita che si snoda fra le vette del Colorado. Il debutto del crossover elettrico FF91 sul mercato è fissato per il 2018.

La Pikes Peak (Pikes Peak International Hill Climb) ha celebrato, l’anno scorso, i suoi primi cento anni, traguardo che la pone al secondo posto nella classifica “per anzianità”, dietro alla quasi coetanea 500 Miglia di Indianapolis – di cinque anni più “vecchia” – fra le competizioni più antiche negli USA. Al di là dell’età, le due manifestazioni non possiedono molti elementi in comune: la “Indy” venne creata da Carl Fisher per dare alle allora emergenti Case costruttrici l’opportunità di provare”sul campo” le rispettive creazioni; mentre la corsa in salita che si svolge ogni anno nel Colorado venne organizzata da Spender Penrose come motivo di attrazione per i turisti verso la celebre vetta.

Anche la concezione tecnologica allontana i due eventi: Indianapolis resta – e, a meno che nel futuro non si assista a una rivoluzione powertrain, c’è da aspettarsi che lo sarà ancora per un bel pezzo – riservata ai motori “tradizionali”; al contrario, la presenza di più classi e Gruppi consente alla Pikes Peak maggiori possibilità di approccio per i veicoli “green”, ed elettrici in particolare, che – almeno sulla carta – possiedono due concreti giustificativi all’impiego delle moderne tecnologie zero emissioni: il percorso, breve (quasi 20 km), che permette di evitare l’impiego di grandi pacchi batterie, a tutto vantaggio della leggerezza della vettura; e, ancora più importante, l’assenza di qualsiasi scompenso di combustione dovuto alla rarefazione dell’aria (la partenza della Pikes Peak avviene a 2.860 m sul livello del mare, mentre l’arrivo è situato a quota 4.300 m).

Alle varie partecipazioni di veicoli elettrici che, negli ultimi anni, si sono susseguite alla Pikes Peak – ricordiamo, soltanto per citare gli esempi più vicini nel tempo, la Drive e0 PP100 di Ryhs Millen, la Tajima Rimac E-Runner del leggendario Nobuhiro “Monster” Tajima, la Acura NSX EV Concept di Tetsuya Yamano e la Tesla Model S P90DL pressoché di serie di Blake Fuller -, all’imminente Pikes Peak 2017 si aggiunge Faraday Future.

La start-up californiana (alleata finanziariamente con la company cinese LeEco), dopo avere svelato al CES di Las Vegas l’avveniristico prototipo FF91 a propulsione 100% elettrica e dotata di sofisticate tecnologie telematiche, ha annunciato nelle scorse ore che sarà al via della centenaria Pikes Peak – in programma nel weekend di domenica 25 giugno – con una vettura che si annuncia derivata proprio dalla FF91.

Il motivo della presenza Faraday Future alla Pikes Peak 2017 è duplice: da un lato, i vertici dell’azienda con sede nella Silicon Valley intendono sfruttare il grande battage mediatico che ruota intorno alla “hill climb” del Colorado come strumento di promozione della propria ancora giovane attività (i primi esemplari stradali saranno consegnati l’anno prossimo). In secondo luogo, la competizione aiuta lo sviluppo tecnologico dei veicoli, e questo va a onore dei nuovi sistemi di propulsione eco friendly, perché rispondono alla precisa legge di complementarietà fra tecnologie racing e successivi impieghi sulle auto di tutti i giorni, che dovrebbe essere uno dei punti di forza del motorsport.

C’è, infine, un terzo motivo: dopo la presenza di Tesla alla Pikes Peak, potevano i “piani alti” di Faraday Future restare alla finestra? No, certo: d’altro canto, il “lancio” commerciale del crossover zero emissioni FF91 è dietro l’angolo, come fra le righe indica una dichiarazione rilasciata dal vicepresidente della Divisione Ricerca e Sviluppo in Faraday Future, Nick Sampson, a complemento dell’annuncio che ufficializza la partecipazione della start-up alla Pikes Peak:

“L’impegnativo tracciato in salita della Pikes Peak rappresenta un banco di prova ideale e molto vicino alla ‘normale’ circolazione quotidiana per la FF91, soprattutto riguardo ai sistemi di raffreddamento delle batterie. Sulla scorta dell’expertise maturato con questo impegno, saremo in grado di affrontare al meglio le sfide di mercato che ci attendono al 2018”.

Sarebbe interessante conoscere nel dettaglio quali modifiche sono state sviluppate a bordo della FF91 che Faraday Future porterà in gara alla Pikes Peak 2017 (al volante ci sarà Robin Shute, numero uno del team di tecnici dell’azienda californiana), in un’operazione che vede Pirelli, Recaro e HRE Wheels nel ruolo di partner tecnici: la vettura è iscritta nella categoria “Exhibition Car”, che raggruppa veicoli non rientranti nelle altre classi ammesse alla competizione e, in genere, relativa a prototipi di vetture non ancora in produzione o alimentate con carburanti alternativi.

Faraday Future FF 91: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Renault: la gamma elettrica 2021

Altri contenuti