Ford fornisce auto ibride alla polizia americana

La Fusion ibrida si prepara ad entrare in servizio a New York e Los Angeles: fa parte del maxi programma Ford di sviluppo della mobilità eco friendly.

Ford fornisce auto ibride alla polizia americana

di Francesco Giorgi

10 aprile 2017

La Fusion ibrida si prepara ad entrare in servizio a New York e Los Angeles: fa parte del maxi programma Ford di sviluppo della mobilità eco friendly.

La nuova lineup di modelli eco friendly annunciata da Ford nei mesi scorsi si amplia ai veicoli di servizio pubblico e di soccorso. Una strategia che, nell’ottica di programmi a medio termine per l’Ovale Blu (versioni elettriche e ibride nella gamma dei modelli più venduti, comprese – e questa è una significativa novità – SUV e pickup), vede in prima battuta lo sviluppo di una inedita vettura a propulsione ibrida da inserire nel parco auto della polizia federale.

Si tratta di Ford Police Responder [glossario:hybrid] Sedan, una Ford Fusion che rappresenta un primo traguardo nel maxi piano di investimenti (4,5 miliardi di dollari) finalizzati alla realizzazione di modelli “green” in grado di fornire al cliente livelli elevati in termini di autonomia e prestazioni, oltre che una significativa economia nei costi di gestione.  

La nuova Ford Police Responder [glossario:hybrid] Sedan, prima auto ibrida progettata per compiti di emergenza e soccorso rapido, è pronta al debutto in due delle aree metropolitane simbolo degli Stati Uniti d’America: New York e Los Angeles. Le mansioni verso le quali sarà impiegata (solitamente riservate a vetture particolarmente agili e potenti) rappresentano un’autentica novità, oltre che la conferma delle potenzialità di impiego della propulsione ibrida: sotto il cofano, la Ford Police Responder [glossario:hybrid] Sedan viene equipaggiata con un’unità termica da 2 litri a ciclo Atkinson, abbinata ad un motore elettrico a sua volta alimentato da una batteria agli ioni di litio.

La propulsione ibrida, spiega Ford in una nota diffusa in queste ore insieme alle immagini della nuova “police car ibrida” e al dettaglio delle caratteristiche tecniche, è stata progettata per modularsi in due fasi successive: a trazione elettrica fino a 60 miglia orarie (circa 100 km/h) e, in un secondo step, sfruttando l’azione congiunta del motore a scoppio e dell’unità a zero emissioni quando si necessiti la massima potenza.

Nella prospettiva di utilizzo annuale, la Ford Police Responder [glossario:hybrid] Sedan pronta al debutto nei Dipartimenti di polizia di New York e Los Angeles (si prevede, nell’immediato futuro, l’ampliamento di impiego nelle principali aree metropolitane Usa) consente un potenziale risparmio di carburante nell’ordine di 3.900 dollari all’anno per ciascun esemplare rispetto alle attuali unità “Interceptor” a benzina (il cui prezzo medio si attesta su 2,5 dollari al gallone): la valutazione è stata effettuata dai tecnici Ford e dagli uffici amministrativi dei Dipartimenti di polizia di New York e Los Angeles sui dati medi di percorrenza di un’auto della polizia di oltreoceano: 20.000 miglia annue (corrispondenti a circa 32.200 km) su due turni di lavoro quotidiani da otto ore ciascuno (e poco meno di cinque ore di funzionamento effettivo per ogni turno) per 365 giorni all’anno.

La nuovissima Ford Police Responder [glossario:hybrid] Sedan si appresta ad essere disponibile alle ordinazioni: l’entrata in servizio nei Dipartimenti federali di polizia Usa avverrà a partire dall’estate 2018.

Contestualmente, Ford conferma le varie tappe del percorso di progressivo sviluppo della mobilità eco friendly: un programma a medio termine che può riassumersi, schematicamente, nel lancio di un secondo veicolo ibrido per la polizia Usa, un nuovo Suv totalmente elettrico (atteso per il 2020) e sviluppato per fornire un’autonomia EPA di almeno 300 miglia (480 km) con una ricarica e che sarà venduto in nord America, Europa ed Asia; un modello [glossario:ibrido] e a guida autonoma (il cui debutto è atteso in nord America nel 2021) progettato per servizi commerciali di mobilità urbana; la versione ibrida del pick – up bestseller Ford F-150 che sarà disponibile dal 2020 in nord America e in medio oriente e disporrà di un interessante sistema di generatore di energia per i luoghi di lavoro; la altrettanto attesa versione ibrida di Ford Mustang (potenza e coppia saranno assimilabili ai valori espressi dalle declinazioni V8 della pony – car simbolo perl’Ovale Blu), che debutterà oltreoceano nel 2020; e il Transit Custom a propulsione ibrida plug – in che sarà disponibile in Europa nel 2019 (un primo lotto è attualmente in fase di test, a Londra, secondo un progetto sostenuto dal centro studi governativo Advanced Propulsion Centre).

 

Tutto su: Ford, Salone di Los Angeles 2018