Uber: partnership con Renault e Nissan per la mobilità elettrica

La collaborazione tra l’Alleanza franco-nipponica e Uber ha come obiettivo quello di proporre in Europa nuovi servizi di ride sharing a zero emissioni.

L’Alleanza Renualt-Nissan-Mitsubishi punta sempre più verso la mobilità sostenibile e l’ultimo passo verso questa strada “green” è rappresentato dal una lettera di intenti con Uber (MoU) che ha come ambizioso obiettivo quello di permettere al colosso di ride sharing di elettrificare la sua flotta di vetture presente in Europa.

Ride sharing a zero emissioni

Entrando nel dettaglio, scopriamo che la nuova partnership punterà a realizzare un’offerta accessibile di veicoli al 100% elettrici sviluppata appositamente per gli autisti che utilizzano l’applicazione Uber nei paesi del Vecchio Continente, in particolare nel Regno Unito, in Francia, nei Paesi Bassi e in Portogallo. Evoluzione di un progetto pilota realizzato nel Regno Unito tra Nissan e Uber, questa nuova collaborazione segna un importante passo di Uber verso il suo obiettivo di evolversi in una piattaforma di mobilità a zero emissioni. Secondo le previsioni, entro il 2025 ben il 50% dei chilometri percorsi dagli autisti di Uber in sette capitali europee (Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Lisbona, Londra, Madrid e Parigi) sarà effettuato a bordo di veicoli 100% elettrici.

Gli obiettivi della partnership

La partnership si concentrerà sulla realizzazione di soluzioni in grado di accelerare l’uso dei veicoli 100% elettrici e lo sviluppo di un ecosistema elettrico nelle città europee. I principali obiettivi di questo nuovo progetto risultano i seguenti:

  • Offrire agli autisti Uber un accesso ai veicoli 100% elettrici Renault e Nissan, tra cui la Renault ZOE e la Nissan LEAF, ma anche i futuri veicoli elettrici che verranno proposti da entrambi i marchi.
  • Estensione del progetto pilota britannico alla Francia entro la fine del 2020 e successivamente anche nei Paesi Bassi, in Portogallo e su altri mercati europei.
  • Sviluppare iniziative congiunte di marketing e sensibilizzazione con l’obiettivo di promuovere le offerte e i vantaggi dei veicoli 100% elettrici, anche tramite test drive per gli autisti partner di Uber.

“Con questo accordo con Uber viene riconosciuta la nostra capacità di conquistare nuovi clienti e di accompagnare gli operatori professionali nella loro transizione energetica – queste le parole Gilles Normand, Direttore Veicoli Elettrici e Servizi di Mobilità del Gruppo Renault che ha inoltre aggiunto – Oggi, capitalizziamo sul nostro vantaggio competitivo: un’offerta attrattiva di veicoli elettrici che contribuisce alla diffusione della mobilità elettrica su vasta scala. A ciò si aggiunga il lavoro in stretta collaborazione che portiamo avanti con le autorità locali da diversi anni per proporre soluzioni alle crescenti sfide che le città devono affrontare: trasporti, decarbonizzazione e qualità dell’aria. Con questa partnership, uniamo le nostre forze per accelerare il movimento.”

 

Nuova Renault Arkana 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Renault: debutta la gamma ibrida E-Tech

Altri contenuti