Peugeot 208 HYbrid FE: solo 1,9 litri per 100 km

La vettura laboratorio della Casa francese ha superato tutti i record relativi a consumi ed emissioni per una vettura full hybrid non plug-in.

La vettura laboratorio della Casa francese ha superato tutti i record relativi a consumi ed emissioni per una vettura full hybrid non plug-in.

Peugeot, in collaborazione con Total, ha presentato un’inedita “vettura laboratorio” dotata di meccanica ibrida realizzata sulla base della recente citycar 208. Battezzata Peugeot 208 Hybrid FE, il nuovo prototipo della Casa del Leone promette miracoli: il Costruttore infatti dichiara un consumo nel ciclo misto di soli 1,9l/100 km, mentre le emissioni inquinanti di CO2 risultano di appena 46 g/km.

>> Guarda le immagini ufficiali della Peugeot 208 Hybrid FE

Si tratta di un vero e proprio record per un veicolo benzina full Hybrid non plug-in, sia in termini di consumi, ma soprattutto in termini di contenimento delle emissioni inquinanti di CO2, considerando anche il fatto che l’obiettivo del Costruttore francese dichiarato in occasione dello scorso Salone di Ginevra, era di raggiungere  un emissione di 49g/km di CO2.

Rispetto alla Peugeot 208 equipaggiata con il propulsore 1.0 litri VTi da 68 CV, i consumi si sono letteralmente dimezzati, ma non le prestazioni, come dimostrano in tempi d’accelerazione da 0 a 100 km/h pari a 8 secondi netti. Per ottenere questo incredibile risultato gli ingegneri di Peugeot e Total hanno lavorato sull’aerodinamica della vettura, con un miglioramento del 25% di quest’ultima, hanno ridotto la massa della vettura del 20%, senza dimenticare la riduzione dei consumi del 10% relativi al propulsore, mentre l’ottimizzazione del sistema Motore ibrido: caratteristiche, pro e contro con il dispositivo di recupero di energia è stato migliorato del 20%.

Peugeot 208 HYbrid FE: nuove foto Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Peugeot e-208

Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.