Produzione di auto elettriche in Italia: partnership tra il colosso cinese FAW e la Silk EV

La città di Modena potrebbe ospitare la produzione e le divisioni Ricerca & Sviluppo e Design della nuova joint venture dedicata a veicoli elettrici e plug-in.

FAW – il più grande produttore di auto cinese, capace di vantare una produzione di oltre 4 milioni di veicoli venduti nel mercato interno (90 miliardi di dollari di fatturato) – ha siglato un’importante accordo di collaborazione con la Silk EV, società specializzata nell’ingegneria e nel design di auto, con sede a Modena, New York e Changchun. Da questo accordo è nata la nuova joint venture Silk/FAW che si occuperà nel prossimo futuro della progettazione, sviluppo e produzione di vetture di alta gamma 100% elettriche e ibride plug-in.

Una notizia molto interessante per il nostro Paese è che risultano già avviati gli studi per la localizzazione degli impianti produttivi e l’Italia sarebbe stata identificata come una delle mete preferibili tra gli altri Paesi in Europa, per i settori Ricerca & Sviluppo, Design e Produzione. La decisione definitiva verrà comunicata nelle prossime settimane.

L’obiettivo della nuova joint venture Silk/FAW è quella di realizzare una nuova gamma di auto sportive e berline di lusso equipaggiate con meccanica 100% elettrica e ibrida plug-in, in grado di offrire il massimo piacere di guida e nello stesso tempo vantare l’uso di una tecnologia ecosostenibile ed efficiente.

I Video di Motori.it

Audi Q5 TFSI e: SUV ibrido plug-in da 367 CV

Altri contenuti