Car sharing Bologna: regolamento e costi medi

Scopriamo insieme quali operatori offrono i sempre più utili servizi di car sharing nella città di Bologna.

La rivoluzione del car sharing sta contagiando tutta l’Italia: in un primo momento le auto condivise sono state proposte nelle città di Roma e Milano, per poi approdare in altri importanti centri come Torino, Firenze e Catania, mentre adesso è arrivato il turno della Città di Bologna, l’ultima a convertirsi a questo nuovo tipo di mobilità flessibile, economica e ovviamente ecosostenibile.

Nella città della due Torri troviamo “Corrente”, il servizio di car sharing elettrico proposto dal Comune del Capoluogo emiliano in collaborazione con Renault che sfrutta un’ampia flotta di Zoe equipaggiate da una meccanica 100% elettrica. Più di recente si è aggiunta anche Enjoy, il servizio proposto da ENI che mette a disposizione le Fiat 500 di colore rosso e che risulta disponibile anche nelle città italiane precedentemente elencate.

Corrente

Forte di una flotta di ben 280 vetture elettriche a zero emissioni Renault Zoe, il servizio di car sharing “Corrente” attivo sul territorio comunale di Bologna può essere utilizzato in maniera semplice ed intuitiva. Registrandosi sulla piattaforma online (www.corrente.bo.it) o scaricando l’apposita app gratuitamente su Play Store o Apple Store è possibile visualizzare la mappa per individuare e successivamente prenotare le auto disponibili al noleggio che si trovano più vicine alla nostra posizione.

Una volta prenotata la vettura si hanno a disposizione ben 15 minuti per raggiungere l’auto, dopo di ché sarà possibile far partire il noleggio e pagare in maniera sicura tramite l’utilizzo della propria carta di credito. La vettura assicura fino a 300 km di autonomia, ma bisogna fare attenzione perché ci sono alcune zone in cui Corrente non può circolare come ad esempio l’anello esterno di piazza delle Medaglie d’oro, dedicato a BUS e TAXI, mentre è possibile parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu, vietato invece parcheggiare negli spazi dedicati alle auto in ricarica. Il costo del servizio è di 0,25 euro al minuto tutto incluso, 12 euro all’ora, oppure 40 euro al giorno.

Enjoy

Forte di una flotta composta da ben 146 veicoli, suddivisi tra Fiat 500 e Fiat Fiorino, con quest’ultimo dedicato al trasporto di oggetti ingombranti, il servizio Enjoy di Eni è ormai un punto di riferimento della mobilità sostenibile di Bologna.

Anche in questo caso per usufruire dei servizi di Enjoy è necessario connettersi alla piattaforma online tramite pc oppure scaricare l’apposita app per smartphone. Una volta connessi e registrati sarà possibile individuare sulla mappa interattiva le vetture da prenotare (gratis per i primi 15 minuti) e successivamente noleggiare, altrimenti si può noleggiare la vettura direttamente in strada. Una volta terminato il noleggio viene addebitata la spesa sulla propria carta di credito che abbiamo abbinato durante la registrazione al servizio. Il costo di quest’ultimo risulta pari a 0,25 euro al minuto, ma se si opta per il noleggio giornaliero la tariffa forfettaria risulta pari a 50 euro.

Car sharing Bologna: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi Q5 TFSI e: SUV ibrido plug-in da 367 CV

Altri contenuti