Smart Fortwo e Forfour 2020: ora sono esclusivamente elettriche

Nuova estetica e tecnologia di bordo rivista per la citycar per antonomasia proposta solamente ad alimentazione elettrica.

Ci siamo, il passaggio epocale è stato compiuto, o perlomeno si compirà al Salone di Francoforte, quando Smart presenterà le sue nuove Fortwo e Forfour, che saranno esclusivamente elettriche! Sì, avete capito bene, la notizia era stata annunciata, ma dall’anno prossimo il motore termico non farà più parte della gamma Smart. Chiaramente, questo traguardo è il risultato di una strategia che parte da lontano, in particolare dal 2007, anno in cui fu presentato il concept di Nicolas Hayek, che propose la prima Smart a trazione elettrica. Oggi, Daniel Lescow, responsabile brand e product management, spiega che “Smart ha un ruolo pionieristico nella mobilità urbana, e ripensare le cose è da sempre parte della sua identità. La conversione dell’intera gamma di modelli alla trazione puramente elettrica segna l’inizio di un nuovo capitolo nella storia del marchio. Oltre ad offrire innovativi concetti di car sharing e servizi digitali, siamo i primi a compiere questo passaggio radicale dai motori a combustione interna alle trazioni puramente elettriche”.

Uno stile in linea con la nuova tecnologia

Con il passaggio alla propulsione elettrica, il frontale dei nuovi modelli si differenzia tra Fortwo e Forfour. Infatti, la quattro posti adotta una linea dinamica che si allarga verso il basso formando una “A”, ripresa dalla showcar Smart Vision EQ Fortwo, con tanto di fendinebbia integrati (a richiesta), mentre la Fortwo mantiene il classico frontale che infonde allegria. Con il ritorno alla mascherina a “V” senza logo, abbinata alla scritta Smart sovrastante, il marchio riprende la sua tradizione rifacendosi ai tratti stilistici dei primi modelli. Inoltre, per la prima volta, sia per Fortwo che per Forfour, la mascherina del radiatore ha lo stesso colore della carrozzeria. Arrivano fari completamente a LED, disponibili a richiesta, che comprendono anche una funzione welcome che sembra salutare il guidatore quando sblocca l’auto. La tecnologia a LED ha contagiato inevitabilmente anche i gruppi ottici posteriori ora più innovativi. Con la nuova generazione di Smart per Fortwo sono disponibili le nuove tonalità carmine red e gold beige per la cella tridion e i bodypanel così come il lime green solo per i bodypanel, mentre per Forfour arriva la livrea ice white per i bodypanel e la tridion. La nuova tonalità steel blue rimane un’esclusiva per i bodypanel della quattro posti.

Arriva una nuova plancia e un inedito infotainment

Nonostante le dimensioni compatte, l’abitabilità rimane generosa, ma adesso le nuove Smart possono contare su una consolle centrale completamente nuova. E, al posto del cassetto laterale nascosto, davanti alla leva del cambio automatico campeggia un ampio vano portaoggetti che si può chiudere con un avvolgibile: una soluzione pensata per celare alla vista anche gli smartphone dalle dimensioni più importanti. Non mancano un portabevande doppio estraibile per alloggiare due bicchieri, e rivestimenti in tessuto con nuovi motivi per le versioni di allestimento passion e pulse, oltre ad un’opzione cromatica supplementare. Comunque, il vero protagonista dell’abitacolo è il nuovo sistema multimediale Smart connect con schermo touch da 8 pollici, che punta all’interazione diretta con gli smartphone. È interessante sapere che quando il cliente cambia smartphone o riceve nuove app attraverso un aggiornamento software, tutte le modifiche vengono applicate automaticamente anche a bordo della sua Smart. Inoltre, l’app smart EQ control consente di controllare a distanza lo stato della propria auto. Così, il guidatore sia sempre a conoscenza dell’autonomia e del livello di carica della batteria e possa programmare serenamente i suoi spostamenti quotidiani. Inoltre, può anche riscaldare o rinfrescare l’auto comodamente da remoto. Tra i servizi riservati a chi acquista la nuova Smart elettrica c’è anche “my smart” che permette l’accesso remoto per sbloccare e bloccare l’auto senza la chiave e di conoscere la posizione in tempo reale. Infine, con ‘ready to park’ e ‘ready to charge’: il cliente Smart può contare su una rete di autorimesse convenzionate a Napoli, Roma, Firenze, Genova e Milano, attraverso un’App dedicata, prenotare e pagare il parcheggio e, dove già presenti i point of charge, ricaricare la propria Smart.

Coppia istantanea e 159 km di autonomia

Il motore elettrico vanta una coppia erogata istantaneamente, e così i 160 Nm della Smart sono subito disponibili,  così come gli 82 CV, per cui la Smart EQ Fortwo Coupé scatta in soli 4,8 secondi da 0 a 60 km/h. L’energia è accumulata in una batteria agli ioni di litio composta da tre moduli ad alto voltaggio per un totale di 96 celle, che ha una capacità di 17.6 kWh. L’autonomia dichiarata è 159 chilometri nel ciclo NEDC e si può sfruttare il cruise control adattivo per il recupero dell’energia guidando in modo armonico al fine di reimmettere la massima quantità possibile di energia cinetica nella batteria.

Listino semplice per facilitare la scelta

La famiglia Smart è composta dal modello di base e dalle versioni passion, pulse e prime, ognuna delle quali è abbinata a uno dei tre pacchetti di equipaggiamenti disponibili. Tra questi annoveriamo l’Advanced, che comprende il nuovo sistema multimediale con integrazione per smartphone, un bracciolo anteriore ed un sistema di ausilio al parcheggio acustico; il Premium, che aggiunge agli stessi equipaggiamenti il tetto panoramico, o un frangivento per fortwo cabrio, la telecamera per la retromarcia assistita ed una rete portaoggetti nella consolle centrale; l’Exclusive infine, si arricchisce anche di fari anteriori e luci posteriori completamente a LED, di un pacchetto sensori comprendente sensore pioggia e luce, dei fendinebbia con luce di assistenza alla svolta, delle luci ambientali per l’abitacolo e di un retrovisore interno con dispositivo antiabbagliamento automatico.

Nuove Smart Fortwo e Forfour 2020 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Smart Forease+ al Salone di Ginevra 2019

Altri contenuti