Zero Motorcycles XP: prima custom elettrica

Zero Motorcycles presenta la sua prima custom elettrica chiamata XP e figlia di una collaborazione con Hugo Eccles di Untitled Motorcycles.

Zero Motorcycles, azienda californiana specializzata in motociclette elettriche, sembra una vera e propria fucina di idee. Negli ultimi tempi, dopo aver lanciato sul mercato la SR/F ha in serbo la XP, una custom che è stata personalizzata da Hugo Eccles di Untitled Motorcycles. Questa collaborazione è nata quando la SR/F era in fase finale di sviluppo, in quel momento Zero ha dato a Hugo l’accesso esclusivo ai prototipi antecedenti alla produzione ed è nata l’idea per la XP, come afferma il vicepresidente dello sviluppo del prodotto di Zero, Brian Wismann: “Siamo stati entusiasti del lavoro di Hugo da quando abbiamo visto la sua Hyper Scrambler. Ritenevamo che l’SR/F fosse perfetta per l’approccio progettuale di Hugo”.

Lo stesso Hugo Eccles si è detto entusiasta di lavorare ad un simile progetto, perché gli ha dato modo di interpretare in una nuova chiave l’idea di moto: “Quando hai a che fare con un motore a combustione interna, hai dei vincoli fisici, infatti il serbatoio del carburante deve stare sopra il motore per alimentarlo sfruttando la gravità, lo scarico è diretto per evitare il riscaldamento del carburante o del pilota, e così via. Ma quelle regole non si applicano a una moto elettrica, e quella libertà è un’incredibile opportunità per un designer”.

La Zero XP nasce proprio con un design minimale, con una struttura semplice fatta per supportare il pilota. Fedele alla tradizione ci sono i pannelli laterali per le ginocchia che Hugo stesso ritiene fondamentali per il controllo della moto. Il gruppo motore è un nucleo in alluminio aerospaziale che al suo interno vede presenti batterie, motore, caricabatterie e altri elementi di controllo, compresa la sella. Hugo ci tiene a sottolineare che questa moto è una vera novità: “Con l’XP stai letteralmente guidando il motore. Questa è una moto potente e volevo incarnare fisicamente quella potenza”.

Altri contenuti