Motor Bike Expo 2019, debutta la Ducati Diavel 1260

Al Motor Bike Expo 2019, presso il padiglione 5 di VeronaFiere, sarà possibile conoscere il mondo di Ducati. Sotto ai riflettori l’ultima nata, la Diavel 1260 che arriverà nelle concessionarie il prossimo febbraio.

Non poteva mancare l’apporto di Ducati al Motor Bike Expo 2019, la prima rassegna importante dell’anno dedicata alla due ruote. Dal 17 al 20 gennaio sarà quindi possibile visitare la kermesse veronese, presso VeronaFiere, e osservare tra le tante novità anche quelle che provengono da Borgo Panigale. Le moto bolognesi riscuotono un grande fascino ad ogni latitudine, sono amate e venerate, per questo motivo ci sarà da attendersi un arrivo in massa di “ducatisti” al MBE.

Le Ducati si trovano al padiglione 5 di VeronaFiere, e una delle novità più attese è senza ombra di dubbio la Diavel 1260. Il motivo è semplice, perché questo nuovo modello non è ancora arrivato nelle concessionarie, in quanto il suo sbarco ufficiale arriverà soltanto tra un mese. A Verona, tra l’altro, sotto ai riflettori ci sarà una versione ricca di accessori di questa moto unica e non convenzionale, elementi esclusivi che sono stati aggiunti tramite il catalogo ufficiale di Ducati Performance.

Diavel è un modello nato per distinguersi dalla massa, il suo design e le sue linee sono particolari e si differenziano da ogni tipo di moto, abbracciando più filosofie costruttive nel suo insieme. Si potrebbe dire che è un po’ naked, un po’ cruiser e un po’ supersportiva. Non va dimenticato che monta un motore ad altissime prestazioni, che fa di questa due ruote una vera girandola di emozioni. Nella fattispecie, la nuova Diavel monta il Testastretta DVT 1262 da 159 CV. La ciclistica rinnovata e l’elettronica affinata completano il resto dell’opera, dando vita così ad una moto più agile e veloce, pronta per essere inforcata in ogni strada.

La sicurezza è importantissima per questo la nuova Diavel 1260 dispone di un ABS Cornering Bosch che permette di effettuare delle frenate dure e maschie ma in perfetto controllo del mezzo. Nella versione S, quella più sportiva, vengono aggiunte sospensioni Öhlins regolabili all’anteriore e al posteriore al 100%, viene rafforzato l’impianto frenante e vengono adoperate delle ruote maggiorate. Non va dimenticato il Quick Shift up & down Evo (DQS) di serie, che permette di effettuare delle cambiate senza l’ausilio della frizione.

Altri contenuti su Ducati