MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro ad EICMA 2018

MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro, si tratta della naked più veloce al mondo, con 208 cavalli di potenza. Sarà prodotta in soli 300 esemplari.

MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro ad EICMA 2018

di Tommaso Giacomelli

06 Novembre 2018

La MV Agusta torna a parlare di sé, il merito è della Brutale 1000 Serie Oro, presente sotto ai riflettori di EICMA 2018. Questo nuovo modello è davvero intrigante, specialmente per il fatto che si tratta della naked di serie più potente al mondo, grazie al suo motore di 1000 cc e ben 208 cavalli di potenza. Questa moto è figlia dell’avventura di MV Agusta nel mondo delle competizioni su due ruote, specialmente della Superbike dove corre con la F4 RC. Proprio il motore quattro cilindri cambia radicalmente in quasi ogni sua parte, conservando senza variazioni solo i disegni dei carter, la distribuzione a valvole radiali che scorrono attraverso nuove guide valvole e la catena di distribuzione centrale. E’ stata invece rivista interamente la camera di combustione, gli alberi a camme, riprogettato l’albero motore, mentre i pistoni sfruttano segmenti Asso a basso attrito. Anche l’impianto di scarico è nuovo e con schema “4 in 1 in 4” e valvola parzializzatrice che contribuisce all’omologazione Euro 4.

Il risultato finale ci dice che questa moto è capace di erogare 208 CV a 13.450 giri (che diventano 212 con scarico della SC Project in titanio e centralina dedicata, compresi nel prezzo d’acquisto) e di raggiungere 312 km/h di velocità massima, nella versione più cattiva. Il titolo di naked più veloce e ponte al mondo è suo. Quindi, da una parte abbiamo tanta potenza, che però viene tenuta sotto controllo da un pacchetto elettronico all’avanguardia, comprensivo di controllo di trazione, sistema anti impennata e launch control, cambio assistito elettronicamente con funzione “up & down” e ABS Bosch, senza funzione cornering.

Come telaio viene usato il classico traliccio in acciaio con piastre di rinforzo in alluminio e forcellone monobraccio, ma restano invariati gli elementi di design che distinguono da sempre questa moto, a partire dalla linea di faro, dal serbatoio fino alla coda, ma di nuovo vi è la comparsa di due “ali” per aumentare la deportanza, ai lati del radiatore. Il reparto sospensioni è affidato ad Ohlins, con forcella, monoammortizzatore e ammortizzatore di sterzo gestiti elettronicamente. Carrozzeria e cerchi in carbonio, e leghe pregiate impiegate per la componentistica, limitano il peso della nuova Brutale in soli 184 kg a secco. Fanaleria “full Led” (con funzione Cornering Lights all’anteriore), schermo TFT da 5” completano la dotazione di primo livello della “fuoriserie” di MV che verrà prodotta in soli 300 esemplari in un unica colorazione, rosso opaco.

Tutto su: MV Agusta, Eicma