MV Agusta: svelata la F4 Claudio

La MV Agusta presenta la nuova F4 Claudio, una versione tributo in onore di uno degli artefici del rilancio del marchio e soprattutto di colui che ha contribuito al mito F4.

MV Agusta: svelata la F4 Claudio

di Tommaso Giacomelli

22 ottobre 2018

MV Agusta rivela al mondo la sua ultima straordinaria creatura, la F4 Claudio. La F4 è uscita più di 21 anni fa, nel 1997, e rappresenta a tutti gli effetti una massima espressione della bellezza e del carisma su due ruote. E’ stata l’esaltazione del lavoro, dell’estro e dell’intuizione di Massimo Tamburini e di Claudio Castiglioni, il quale ha personalmente dato vita ad ogni dettaglio. Con questo modello la Casa italiana era tornata alla ribalta internazionale, dopo un periodo oscuro, recuperando tutto il fascino conquistato nell’epoca d’oro dei campionati del mondo vinti con Giacomo Agostini. La MV Agusta F4 Claudio è un tributo ad un uomo che ha reso possibile un sogno.

Su questa edizione speciale e finale, la F4 ha rivisto le sue forchette del cambio, che sono state oggetto di trattamento DLC (Diamond Like Carbon), incrementando la durezza (resistenza all’abrasione e all’usura) e riducendo il coefficiente di attrito. Su questa moto risplende anche un’elettronica raffinata, figlia dei tanti anni di esperienza nel mondo della Superbike. Le mappe sono quattro, e sono azionabili direttamente da una pulsantiera racing disponibile solo sulla F4 Claudio: oltre alle Normal, Sport e Rain si affianca la Custom, che rende possibile una ulteriore personalizzazione sui parametri di intervento, come la risposta del comando gas e il freno motore. Il controllo di trazione, che si avvale di una piattaforma inerziale completa con otto livelli d’azione, capaci di assecondare le esigenze del pilota in tutte le condizioni di guida, dalla pista, alla strada con fondo bagnato o sdrucciolevole. Di serie è montato il cambio elettronico MV EAS 2.0, con assistenza elettronica Up&Down.

Su questa versione speciale fa il suo esordio un cruscotto AIM con acquisizione dati, GPS integrato e software specifico. Questo permette in pista di monitorare con estrema precisione il comportamento della moto, a vantaggio delle prestazioni e del divertimento nella guida. Questo componente è stato realizzato in esclusiva per MV Agusta e offre una grafica dedicata.

Per realizzare questa moto speciale sono stati utilizzati dei materiali di prima scelta, come titanio, fibra di carbonio e leghe leggere, che contribuiscono a contenere il peso e a rendere esteticamente la moto più aggressiva. La carenatura è stata realizzata in fibra di carbonio; la trama specificamente disegnata vede l’alternanza di aree con finitura lucida ad altre con finitura opaca. Il design è esaltato da un prezioso filo dorato, costituito da rame rivestito tramite trattamento anodico. Il cupolino, le fiancatine, il puntale e il copricodino monoposto sono opera della lavorazione della fibra di carbonio, al pari dei cerchi BST Rapid Teck, riferimento assoluto nel campo della componentistica racing. I dischi freno da 320 mm si avvalgono della tecnologia Brembo Racing con sistema T-Drive, fascia frenante in acciaio e flangia in alluminio.

A livello di telaio la MV Agusta F4 Claudio ripropone lo schema con struttura mista, che prevede cioè un elemento a traliccio in tubi di acciaio CrMo e due piastre in lega di alluminio. Sulle piastre trova alloggio il perno di fissaggio del monobraccio, realizzato in lega di alluminio che consente un’escursione della ruota pari a 120 mm. Le unità ammortizzanti Öhlins completano un pacchetto di altissimo pregio. Le quote della ciclistica descrivono perfettamente il temperamento supersportivo: interasse di 1.430 mm, avancorsa di 100,4 mm e altezza sella di 830. La capacità del serbatoio carburante è di 17 litri. Il peso a secco è stupefacente: 183 kg in configurazione standard, 175 con scarico SC-Project e centralina dedicata.