Mercato moto: agosto 2018 chiude in positivo

Il mercato a due ruote continua con un bilancio positivo anche nel mese di agosto. I primi otto mesi del 2018 fanno registrare il segno positivo, eccezion fatta per la categoria dei 50cc.

Mercato moto: agosto 2018 chiude in positivo

di Tommaso Giacomelli

05 settembre 2018

La crescita del mercato moto continua anche nel mese di agosto, infatti per le cilindrate sopra i 50 cc, in questo mese il bilancio si chiude con il segno positivo del +2,1%, rispetto allo stesso periodo del 2017. Leggermente più alta la rendita delle moto con 4.436 vendite e un +3,4%, mentre gli scooter arrivano a 7.540 pezzi e un +1,3%. Per quanto riguarda gli scooter da 50 cc, prosegue il trend molto negativo che li contraddistingue da tempo a questa parte, infatti le immatricolazioni sono 1.399 pari al -15,5%. Nel totale del mese di agosto, le vendite tra 50 cc e superiori ammontano a 13.375, stesso livello del 2017. Il mese di agosto vale solo il 5% delle vendite annuali, dato che molte concessionarie chiudono andando in ferie.

Dall’inizio dell’anno ad agosto 2018 le immatricolazioni hanno raggiunto la soglia dei 168.736 veicoli, pari al +4,9%, di cui 95.772 scooter con un +1,4% rispetto al 2017, e 72.964 moto pari al +9,8%. Per i motorini da 50 cc continua il trend assolutamente negativo, dall’inizio dell’anno sono state vendute 14.189 unità, pari ad una flessione del -14,8%. Complessivamente in Italia, sommando sia 50 cc che tutti gli altri veicoli a due ruote con cilindrata superiore, sono stati immatricolati 183.000 veicoli a due ruote con un incremento del +3% rispetto al gennaio-agosto 2017.

L’analisi degli scooter per cilindrata conferma la leadership per i 125 cc con 35.062 veicoli e un +10,5%. Seguono i modelli da 300 a 500 cc con 34.041 unità e un più modesto +1,9%; in flessione i 150-250cc con 17.890 vendite e un -9,1%. Arretrano anche i maxi scooter oltre 500 cc, che con 8.779 pezzi segnano un meno 8,7%. Tra le moto, il traino è quello composta dal comparto delle 800 – 1000 cc con 20.078 pezzi, ma sono in calo con un – 4,3%. A seguire le moto superiori ai 1000 cc che restano in positivo, con 19.277 unità, pari al +5,8%. In leggero calo le 600-750cc, con 12.421 moto pari al -1%. Incredibile è il dato riguardante le moto tra 250-500cc, che con 11.527 vendite accelerano del +64,4%. Infine ottengono un interessante sviluppo le “entry level” di 125 cc, che con 7.839 immatricolazioni, incrementano di un +31,6%.