Quadro Qooder consegnato all’Arma dei Carabinieri

E’ stato presentato al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri uno speciale Quadro Qooder che servirà da mezzo per pattugliare le coste delle Province di Lucca e Rimini.

Quadro Qooder consegnato all'Arma dei Carabinieri

di Tommaso Giacomelli

26 luglio 2018

E’ stato consegnato al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri uno speciale Qooder, lo scooter a quattro ruote che dovrà pattugliare le coste delle province di Lucca e Rimini. Durante l’estate questi due litorali sono molto affollati di turisti e soprattutto la vita notturna è molto vivace, e per preservare al meglio la sicurezza dei cittadini e non solo, è necessario un mezzo agile e rapido proprio come il Qooder di Quadro Vehicles. La cerimonia di consegna è avvenuta a Roma alla presenza del Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei carabinieri Generale di Divisione Enzo Bernardini, del Ceo di Quadro Vehicles Paolo Gagliardo, e dei vertici dello Stato Maggiore dei Carabinieri.

E’ stato scelto il Quadro Qooder per raggiungere quei percorsi difficilmente percorribili in altri modi, perché questo mezzo  unendo il meglio del mondo dell’auto con quello delle motociclette, garantisce la sicurezza dei cittadini, grazie a interventi tempestivi, ma anche dei carabinieri risultando estremamente stabile su ogni tipo di strada, anche la più dissestata. Infatti il mezzo può vantare il sistema brevettato HTS Hydraulic Tilting SystemTM, che gli consente di inclinarsi come una moto a 2 ruote ma di mantenersi aderente all’asfalto grazie alle sue 4 ruote da 14 pollici.

Ovviamente la livrea sarà quella tipica dei Carabinieri, mentre tra le dotazioni specifiche si segnalano i dispositivi di emergenza luminosi a LED e sonori, in linea con i motocicli già in linea operativa, parabrezza regolabile, bauletto posteriore, paramani e bull bar. Questi strumenti garantiranno la piena efficacia dell’intervento dei Carabinieri sia durante il giorno che la notte.

Paolo Gagliardo ha ringraziato con orgoglio l’Arma dei Carabinieri per la scelta di uno dei suoi mezzi per svolgere le attività di pattuglia: “Desideriamo ringraziare l’Arma dei Carabinieri per averci dato l’opportunità di essere al suo fianco nelle diverse attività di servizio che quotidianamente svolge per la protezione e tutela del Paese. È una partnership rivolta alla sicurezza e alla stabilità su strada, così come nello spirito di Qooder”.