Harley Davidson pronta ad utilizzare il nome Bronx

Nei piani di Harley-Davidson c’è la realizzazione di un centinaio di modelli nei prossimi dieci anni. Intanto la casa americana ha richiesto all’apposita commissione i diritti per utilizzare il nome Bronx.

Il nome di uno dei quartieri di New York più celebri, anche nell’immaginario collettivo, è il Bronx. Molti racconti e molte pellicole cinematografiche sono ambientate in questo luogo, una zona poco raccomandabile, che si potrebbe sposare con un modello particolarmente cattivo di Harley-Davidson. Infatti, la casa americana sta pensando proprio di acquisire i diritti sul nome Bronx, per poterlo sfruttare in vista di una nuova creazione. L’8 dicembre è stato compiuto il primo passo per ottenere questo permesso, depositando presso l’ufficio americano dei marchi e dei brevetti i nomi “Bronx” e “Harley-Davidson Bronx“. Nell’oggetto è stato specificato che i nomi sono destinati all’uso su “motocicli e parti strutturali relative”, indicando il Bronx per un nuovo modello e non per un numero qualsiasi di accessori o merci.

La sola denominazione non ci dà delle indicazioni specifiche su come potrà essere la futura moto che si fregerà di questo nome. Possiamo però ipotizzare che la motocicletta avrà un aspetto muscoloso e che quasi certamente non sarà una tourer. Potrebbe avere pneumatici larghi e parafanghi tagliati, probabilmente sfruttando il nuovo telaio Softail della Harley. Non sappiamo esattamente quando vedremo l’Harley Bronx, il processo per divenire un marchio commerciale ha bisogno di un periodo specifico di applicazione, infatti in caso di consenso il richiedente è intimato ad usare il nome entro 36 mesi dall’USPTO dando la sua conferma, in caso contrario si perdono i diritti ad utilizzare il nome. Sappiamo che Harley-Davidson ha dichiarato un ambizioso obiettivo di produrre 100 nuovi modelli nel prossimo decennio, e sembra che il Bronx possa essere fra questi. Fra gli interni al Marchio però c’è chi non si sbottona riguardo a questa prospettiva e alla domanda sul nome “Bronx”, un portavoce della Harley-Davidson afferma che la società non è in grado di commentare i prodotti futuri. Basterà quindi avere un po’ di pazienza per scoprirne di più.

Altri contenuti